5 luoghi del mondo molto particolari

Tra i molti luoghi del mondo con peculiarità uniche, ne abbiamo scelti cinque di cui vorremmo parlarvi.
Ci siete stati oppure li conoscevate già?

1 I nove Inferni di Beppu, Giappone

Nel sud del Giappone, sull’isola di Kyūshū, esiste un luogo infernale.
La cittadina di Beppu sorge in una grande caldera ricca di sorgenti termalii, facente parte del Cerchio di Fuoco del Pacifico: un’estesa catena di vulcani attivi.
Nove sono i pozzi geotermali principali che variano l’uno dall’altro per la temperatura o per il colore dell’acqua. Di questi nove, tre sono i più noti e i più spettacolari:
il Pozzo del Ciclone ad intervalli regolari emette un alto geyser rovente.Troviamo poi il Pozzo di Sangue che presenta spaventose acque rosse ed arriva ad una profondità di circa 200 metri. Infine troviamo il più grande dei tre: il Pozzo dell’Oceano le cui dalle acque celesti potrebbero farvi credere di essere rinfrescanti quando invece si tratta un calderone con l’acqua a 98 gradi centigradi. 
Gli inferni sono interdetti all’immersione però l’area è stata attrezzata con moderni stabilimenti termali detti onsen in giapponese

Il Pozzo di Sangue

2 Spotted Lake, Canada

Avete mai visto un lago a chiazze? Io mai. Però si può lo si può trovare nella Columbia Britannica.
Lo Spotted Lake o Lago Macchiato in italiano, è una di quelle creazioni della natura che ti lasciano davvero di stucco.
Le sue acque contengono una gran quantità di minerali e metalli che in estate, quando evaporano, si sedimentano creando decine di pozze diverse che variano l’una dall’altra in tonalità di colore in base alla concentrazione degli elementi presenti.
Riconosciuto come sacro luogo di guarigione dai nativi Sylix da tempi immemori, c’è stato un tentativo di sfruttamento al fine di creare una stazione termale.
Per preservare l’integrità di questo fragile ambiente, l’avvicinamento al lago è stato interdetto ai visitatori ma è possibile goderne la vista da una staccionata.

spettacolare vista aerea del lago
©http://swww.beyondthemagazine.it

3 Coober Pedy, Australia

In Australia hanno trovato una soluzione davvero ingegnosa per vivere sotto il feroce sole del deserto: scavando le abitazioni nei fianchi delle colline.
La cittadina di Coober Pedy nacque come centro minerario da cui si ricavava e si ricava ancora oggi l’opale. Gli abitanti si accorsero che sottoterra la temperatura si mantiene costantemente più bassa che in superficie così hanno realizzato le proprie abitazioni cosi come chiese, negozi e biblioteche.
E sebbene non tutte le case né i principali servizi siano sotterranei, la maggior parte degli abitanti ha preferito questa forma di “neo-troglodismo”, che viene molto apprezzata anche dai turisti che possono pernottare in strutture ricettive .

La chiesa ortodossa serba di Coobler Pedy
©www.smithsonianmag.com

4. La Zona del Silencio / Mapimí Silent Zone, Messico

Volete stare tranquilli per un po’ senza esser disturbati da telefonate a cui non vorreste rispondere? Esiste il posto che fa per voi.
Si trova nello stato Messicano di Durango e a quanto riportato da varie leggende, qui non sarebbe possibile comunicare né via radio né via telefono, dove persino gli orologi smettono di segnare l’ora.
Negli anni ’70 un razzo americano contenente cobalto 57 cadde da queste parti e da allora nacque il mito della Zona del Silencio.
Impossibilità alle comunicazioni radio a parte, gli appassionati del paranormale sostengono che vi siano esempi di flora mutante e vari fenomeni da X-files: ad esempio se vi capitasse di trovarvi in panne nel deserto pieno della notte (a chi non capita di continuo?), non agitatevi anche se non riuscite chiamare il carro attrezzi perché dal nulla appariranno due spilungoni, alti e biondi e vestiti di giallo che vi aiuteranno, come si dice sia successo a due coniugi del luogo. Se si dà addito alle voci in circolazione, queste due persone dall’aspetto così poco messicano, si farebbero avvistare di tanto in tanto un po’ ovunque nella zona. Forse sono collegati alle strane luci che si dice appaiano nella notte oppure sono stati proprio loro a deviare la caduta del meteorite di Allende che, sempre secondo gli appassionati del paranormale, cambio la propria traiettoria per precipitare qui (anche se, a onor del vero, cadde a circa 150 km dalla Zona). Altre teorie mettono in collegamento la Zona del Silencio con altri luoghi posti vicino dal Tropico del Cancro: Triangolo delle Bermuda, Le Piramidi di Giza e l’Himalaya. L’ipotesi più suggestiva è che possa essere la porta per un’altra dimensione.
Se siete convinti che siano tutte cospirazioni, perché il governo messicano avrebbe dichiarato la Riserva della biosfera di Mapimí e interdetto qualsiasi attività estrattiva? Cosa stanno nascondendo? Secondo me proprio nulla ma un giro in questa splendida natura è consigliabile farlo.. Se temete di perdervi e di non poter chiamare aiuto, sperate nell’arrivo delle due figure misteriose in giallo. Scherzi a parte, è pur sempre un deserto, bisogna stare attenti.

Shhh
©http://decaymag.com

5. Devil’s Kettle Fall, USA

Esiste una cascata che sparisce nel nulla ed è in Minnesota.
Fa parte di un sistema in cui una parte del flusso ricade nel fiume mentre una parte della corrente precipita in una voragine e scompare per sempre.
Direte voi: le acque poi si ricongiungono sotto la superficie, nulla di strano. E’ qui il mistero.
Molti turisti sono lasciano cadere rami nel “bollitore del diavolo” per vedere dove poi rispunteranno. E’ un’attività in cui si sono cimentati persino scienziati che volevano dare una spiegazione al fenomeno, lanciando galleggianti, palline e coloranti. Non è mai stato avvistato nulla.
La morfologia del terreno non dovrebbe aver favorito la formazione di un fiume sotterrano o la presenza di sistema di grotte, in ogni caso troppo pericolose per essere esplorate. Per risolvere il mistero non resta che aspettare che tutti gli oggetti lanciati nell’abisso vengano rispediti al mittente.

Devil’s Kettle Falls, la cascata che scompare, forse finisce nello stesso posto dove vanno i miei calzini quando non li trovo più nella lavatrice

[/cm