Il Queensland in cinque ecosistemi

Animali australiani e magnifici panorami: cinque buoni motivi per una vacanza in Queensland, partendo da cinque diversi ambienti che ti faranno scoprire una delle regioni più biologicamente e naturalmente variegate del pianeta.

animali australiani

Parlando di Australia vengono in mente subito i suoi grandissimi scenari: Outback e Bush, spiagge e foreste che costellano un continente ancora in larga parte selvaggio. Dal punto di vista naturale si tratta di un vero e proprio paradiso, con i famosi animali australiani endemici e i loro habitat, così differenti fra di loro. E fra tutti gli stati australiani, il Queensland è quello che offre di più dal punto di vista di natura ed ecologia.

Un viaggio in Queensland permette infatti di esplorare e di godere di tutti i meravigliosi ecosistemi dell’Australia, più alcuni ambienti che si trovano solo qui, nella costa Nord-Orientale del paese. Non solo Outback e Bush con i tipici animali australiani, che si trovano in tutta la sezione centrale del continente, ma anche foreste pluviali, isole coralline e, ovviamente, la Grande Barriera Corallina, l’ecosistema più complesso e ricco di tutta l’Australia.

Partiamo quindi alla scoperta del Queensland passando per cinque suoi ecosistemi, per cinque “panorami” spettacolari che compongono l’ambiente di questo stato australiano. Vi proponiamo una vacanza nel Queensland sicuramente diversa e particolare, ma probabilmente il modo migliore per scoprire una delle terre più belle del mondo.

Outback e Bush in Queensland

animali australia

Outback e Bush occupano oltre il 90% del territorio australiano. Si tratta di tutte quelle lande aride, desertiche e semidesertiche, con una vegetazione arbustiva o addirittura senza vegetazione, che si estendono oltre la fascia costiera del continente, verso il centro del paese. Si tratta di un panorama iconico e meraviglioso, casa di molte specie di animali australiani endemici: dai canguri ai dingo passando per i simpatici koala. Una distesa piatta e arida costellata dai profili smussati di montagne vecchie di centinaia di milioni di anni.

L’Outback del Queensland non è meno affascinante di quello dei suoi vicini, anzi! Pur non avendo monumenti geologici famosi come Uluru o il Wilpena Pound, sono numerosissime le attrazioni e le cose da vedere nell’entroterra del Queensland.

Focus su: Undara Volcanic National Park

Dove si trova: 270 Km a Ovest di Cairns

Perché visitarlo: tunnel di lava più lungo al mondo!

Da non perdere assolutamente è lo spettacolare Undara Volcanic National Park. In questa zona si trovano ben 164 caldere “fossili”, ovvero non più in attività da milioni di anni. L’attrattiva più incredibile di questo parco nazionale è il meraviglioso tunnel di lava: un sistema di archi naturali, tunnel e formazioni geologiche formatesi quasi 200 mila anni fa durante un’eruzione. Si tratta del più vasto ed esteso sistema di tunnel di lava del mondo, una vera curiosità incredibile.

La zona dell’Outback del Queensland è anche una delle più ricche di fossili del mondo. Provare per credere: il sito di Riversleigh World Heritage Fossil Site ne è un esempio incredibile. Posto nel Nord dell’Outback del Queensland, questo sito fa parte del Parco Nazionale Boodjamulla ed è stato riconosciuto Patrimonio Unesco nel 1994. Scheletri e altri resti fossili di oltre 200 mammiferi abitavano quella che 100 mila anni fa era una rigogliosa foresta. Fra questi resti si trovano diversi antenati degli animali australiani endemici che si possono ammirare ancora oggi!

Foresta Pluviale in Queensland

Dire “Australia” fa quasi sempre pensare al desertico Outback. Paradossalmente invece le coste del Queensland nascondono un’incredibile e rigogliosa foresta pluviale, un’area ricoperta da una folta vegetazione che ricorda molto una giungla, con animali che si sono adattati alla vita arboricola.
La Daintree Rainforest è la più grande di queste foreste pluviali. Si trova 120 chilometri a Nord di Cairns, e se si capita in zona è una sosta davvero obbligata. Si tratta delle più antica Rainforest rimasta sul pianeta e secondo gli esperti si è formata oltre 110 milioni di anni fa. Un ecosistema complesso e ancestrale, con animali australiani che abitano solo qui e con specie vegetali assenti in tutto il resto del paese, a testimonianza dell’importanza di questo delicato e variegato ecosistema.
Sono moltissime le possibilità, durante un viaggio in Queensland, di esplorare la foresta pluviale di Daintree. Dal centro visitatori si dipana un sistema di passerelle sopraelevate che conducono nel cuore della giungla, con la possibilità di incrociare la fauna locale: gli enormi e variopinti uccelli Casuari, i marsupiali arboricoli, come i Quoll Tigre, le numerosissime specie di rettili e anfibi che popolano la foresta.

Focus su: Daintree Rainforest

Dove si trova: 125 Km a Nord di Cairns, vicino alla cittadina di Port Douglas

Perché visitarlo: è la più antica foresta pluviale del mondo.

Per i più avventurosi ci sono molte altre emozionanti attività. Sempre dal centro visitatori è possibile intraprendere una interessantissima escursione notturna: durante le ore serali infatti molti degli animali della Daintree Rainforest si animano e sono più facili da avvistare rispetto alle ore diurne. Una delle esperienze classiche della Daintree Rainforest è la navigazione sul Daintree River, un’escursione in barca che permette di avvistare i grandi coccodrilli australiani. Emozionante è inoltre la zipline che corre fra le fronde degli alberi più alti della foresta, un modo adrenalinico per gustarsi il meglio della Daintree Rainforest.

La costa del Queensland

Con oltre 7.000 chilometri di litorale, il Queensland è il secondo stato d’Australia per lunghezza di costa, e nessuno delle altre zone del Paese possono vantare una diversità simile. Si va dai litorali altamente antropizzati come quelli della Gold Coast, a Sud di Brisbane, alle foreste di mangrovie della costa a Nord, di fronte al Golfo di Carpentaria.
La zona di più grande fascino della costa del Queensland è sicuramente l’area della Fraser Coast, che comprende, oltre l’omonima Fraser Island, il litorale a Sud di Hervey Bay. Questo spettacolare tratto di costa vedere un ultimo lembo di foresta pluviale che si dirada via via per divenire una foresta tropicale, con una vegetazione completamente diversa e con immense spiagge sabbiose.
Fraser Island è davvero unica nel suo genere. Patrimonio Mondiale Unesco, qualifica attribuitagli per essere la più grande isola sabbiosa del mondo, Fraser è stupenda e straordinaria sotto tanti punti di vista: concedetevi un’escursione giornaliera dalla vicina Hervey Bay per scoprirla!

Focus su: Fraser Island

Dove si trova: a 50 minuti di volo interno da Brisbane.

Perché visitarlo: panorami stupendi, inoltre è l’isola sabbiosa più grande del mondo.

Incredibile è la 75 Mile Beach, spiaggia per l’appunto lunga quasi 90 chilometri, percorribile in 4×4 di incredibile splendore. Affascinante è il lago dolce McKenzie, circondato dalla foresta tropicale e dove concedersi un bagno rinfrescante. O ancora assolutamente stupefacenti sono i pinnacoli di sabbia colorata e fossilizzata che si trovano sull’isola. La zona della Fraser Coast è inoltre molto famosa per le attività legate ai grandi cetacei che, in alcuni periodi dell’anno, transitano in zona. Da luglio a novembre avvistare megattere e balene è facilissimo anche con piccole crociere da Hervey Bay, la “capitale mondiale del Whale-Watcing”. Un’altra incredibile esperienza la si può vivere a Tin Can Bay, 100 chilometri a Sud di Hervey Bay. Nelle acque basse di questo istmo ricoperto da mangrovie vengono spesso e volentieri famiglie di delfini, che qui fanno crescere i loro piccoli prima di portarli in mare aperto. Liberamente e senza nessuna gabbia si può giocare e dar da mangiare ai simpatici tursiopi della zona.

Le isole del Queensland

Sono oltre mille le isole del Queensland, molte delle quali sono basse formazioni sabbiose e coralline. Sicuramente le più famose, visitate, ma per questo non meno splendide, isole del Queensland sono le Whitsundays.
Le isole Whitsundays sono una popolare destinazione turistica. Si tratta di un gruppo di 74 territori che si trovano al largo della costa del Queensland, poco a sud della cittadina di Bowen. Sono isole rocciose, ma con meravigliose lingue di sabbia che disegnano forme eccentriche e che si insinuano nelle laguna, la più famosa delle quali è sicuramente la meravigliosa Whitehaven Beach (una delle 10 spiagge più belle del pianeta).
Le Whitsundays sono isole tropicali, con una vegetazione rigogliosa e panorami spettacolari. I reef della Grande Barriera Corallina proteggono le lagune di questa zona dalle onde dell’oceano. Questo rende le Whitsunday il paradiso degli sport marini e nautici: snorkeling, vela, catamarano e diving sono solo alcuni esempi.

Focus su: Whitsundays Island

Dove si trova: 250 Km a sud di Townsville

Perché visitarlo: per gli incredibili panorami formati da lagune e lingue di sabbia

L’esperienza più importante da vivere alle Whitsundays è sicuramente il volo panoramico. Certamente un’escursione costosa, ma permette di ammirare dall’alto le incredibili forme create dalle lingue di sabbia, le colline boscose delle isole e i giochi di colore fra le sfumature dell’acqua marina. Imperdibile poi è l’Heart Reef, una formazione corallina naturale dall’incredibile, e romantica, forma di cuore.

La Grande Barriera Corallina

Ne abbiamo già parlato in questo articolo: la Grande Barriera Corallina è qualcosa di veramente straordinario. 2.300 chilometri di lunghezza, 3.000 formazioni coralline, 350.000 chilometri quadrati d’estensione, Patrimonio dell’Unesco dal 1981: sono solo alcuni dei numeri di questa incredibile attrazione naturalistica, un ecosistema tanto meraviglioso quanto fragile.
La Grande Barriera Corallina è un ambiente davvero complesso, che influenza la vita non solo all’interno degli oceani. Sono oltre 500 le specie di corallo che popolano questi reef, e il grande afflusso di plancton alimenta una catena alimentare che si allarga a toccare fauna pelagica (tonni, marlin e squali), cetacei (megattere in special modo) e uccelli marini (sono oltre 40 le specie endemiche che vivono e nidificano sulle isole e gli atolli della Grande Barriera Corallina).

Focus su: Heron Island

Dove si trova: raggiungibile dalla cittadina di Gladstone

Perché visitarlo: meravigliosa spiaggia, reef perfetto per snorkeling e diving.

Apprezzata da subacquei e da amanti dello snorkeling, vista la sua dimensione sono molti i punti d’accesso. Abbiamo scelto Heron Island, un piccolo atollo corallino a 90 chilometri di distanza dalla costa, raggiungibile dalla cittadina di Gladstone. L’isola è interamente occupata da un eco-resort, una sistemazione ideale per chi voglia godersi il relax della meravigliosa spiaggia e approcciare le bellezze della Grande Barriera Corallina. Il reef, uno dei più meridionali del Queensland, è molto colorato e non ha risentito del Bleaching, lo “sbiancamento” dei coralli che ha colpito la Grande Barriera Corallina e che è legato al surriscaldamento globale. Inoltre nella laguna dell’atollo è possibile nuotare con le tartarughe marine che qui vivono e nidificano.

animali australiani

Questi erano i cinque meravigliosi ecosistemi del Queensland. La varietà e la complessità degli ambienti di questo stato non si limitano certamente a queste piccole panoramiche: si tratta davvero di un paradiso naturale di fauna e flora, dove incontrare i meravigliosi animali australiani. Un mondo tutto da scoprire, una destinazione ideale per un viaggio incredibile!

In collaborazione con: