Le danze guerriere polinesiane

Siamo abituati a pensare ai popoli polinesiani come genti accoglienti, magari un poco bonarie tanto da dimenticare che furono valorosi e temibili guerrieri. Ancora oggi è possibile assistere alle danze con cui per secoli, hanno intimorito i nemici sul campo di battaglia.

Nuova Zelanda

A Henare Teowai di Ngati Porou, un maestro riconosciuto della Haka è stato chiesto: “qual è l’arte dell’esecuzione della Haka”? Lui ha risposto: “tutto il corpo deve parlare”.
La Haka (nella versione Ka Mate) dei Maori è forse la danza polinesiana più famosa del mondo grazie alla nazionale neozelandese di rugby ed è errato considerarla solo una danza guerriera dato che viene eseguita anche in altre occasioni: matrimoni, funerali, celebrazioni pubbliche, in onore di capi di stato stranieri o reali perché nella mitologia è legata alla celebrazione della vita ed è il modo con cui i maori (ed i pakeha, i bianchi neozelandesi) esprimono l’attaccamento alla propria terra e alle proprie tradizioni.
Esistono diversi stili di Haka che variano da tribù a tribù a parte alcuni elementi comuni della danza quali la dilatazione degli occhi (pukana) che, associata ad un acuto è detto ngangahu e la linguaccia (whetero). Generalmente è chiamata e “diretta” dal membro più anziano di sangue maori ed è eseguita anche da neozelandesi di altra discendenza.

Ka Mate

La celeberrima Haka degli All Blacks è chiamata Ka Mate, composta all’inizio del 1800 come celebrazione alla vita da parte di un grande capo maori sfuggito ai suoi nemici, venne eseguita per la prima volta alla fine dello stesso secolo in una manifestazione rugbistica quando la nazionale neozelandese si recò in Inghilterra. In seguito è stata adottata dalle rappresentative degli altri sport.

Kapa Haka

La Haka eseguita da un gruppo è detta kapa haka ed è una performance che unisce canti tradizionali e maneggio di utensili e può contenere “azione” ovvero movimenti degli arti superiori, in questo caso viene detta: Waiata-ā-ringa mentre wiri è il termine per la particolare vibrazione delle mani.
La Kapa Haka è accompagnata dalla chitarra, dal suono della conchiglia (pūtatara) e ovviamente dai suoni prodotti dal corpo: battito dei piedi, percussione sulle gambe e voce, il tutto intrecciato con le espressioni facciali.

Peruperu

Vera e propria Haka guerriera, serviva a caricarsi in previsione della battaglia, mostrando forza e coraggio e incitendo timore nel nemico. Gesti, suoni ed espressioni devono rendere il guerriero terrificante a vedersi. Il Peruperu coinvolge anche l’uso di armi.

Pōwhiri

Il Pōwhiri è la cerimonia rituale dell’incontro e serviva a scoprire se il gruppo in visita fosse amico o nemico, infatti inizia con un’atto di sfida aggressiva. Durante l’esecuzione che include un discorso, canti e naturalmente la danza si stabilisce se vi è un’intento amichevole tra le parti. Se così è, il Pōwhiri diventa accoglienza formale che si conclude con il tradizionale hongi di saluto.

Tūtū ngārahu o whakatū waewae

E’ un’ulteriore danza di guerra che prevede l’uso di armi. Una volta veniva eseguita davanti agli anziani e ai guerrieri più esperti che, in base all’interpretazione, sceglievano quali dei uomini fossero pronti a scendere in battaglia.

Manawa wera haka

Questa Haka è generalmente associata ai funerali, alle perdite e agli addii. Non è assolutamente inusuale che gli studenti delle scuole performino una Menara wera per un professore che si ritira in pensione. Solitamente questa forma lascia una certa libertà di esecuzione al danzatore.

Isola di Pasqua

Hako

L’isola di Pasqua è la più orientale delle isole colonizzate dai polinesiani, intorno al 900 – 1100 dopo Cristo. I Rapa Nui hanno una danza detta Hako che veniva eseguita sia prima di una battaglia che per dare il benvenuto. Oggi l’Hako è danzata dalle rappresentative sportive dell’isola e dalla popolazione durante le cerimonie tradizionali.

Fiji

Cibi

La Cibi è una meke (stile di danza fijiana) di guerra pensata per inspirare i guerrieri prima della battaglia e per celebrare la vittoria una volta tornati a casa.
La nazionale fijiana di rugby esegue la Cibi prima dei match nella versione che fu insegnata nel 1939 per contrastare la Haka, da un capo guerriero dell’isola di Bau alla rappresentativa di Fiji diretta in Nuova Zelanda

Polinesia Francese

Te Ahi Nui

La Te Ahi Nui è la spettacolare danza del fuoco polinesiana eseguita sia come benvenuto che per tramandare e raccontare leggende popolari. Nata come danza di guerra per intimorire e provocare il nemico mentre il ritmo martellante del tamburo, condiziona il battito cardiaco del guerriero, caricandolo per lo scontro

Hawaii

Ha’a Koa

Letteralmente Ha’a Koa significa “danza del guerriero” e ne esistono versioni moderne e antiche.
Generalmente riservata ai soli uomini, oggigiorno soprattutto in ambito militare, si vedono soldatesse dei reparti stanziati alle Hawaii, eseguirla al fianco dei loro commilitoni. La Ha’a Koa unisce pratiche marziali, danza e canto, può essere accompagnata sia da strumenti musicali che da armi. La Ha’a è nata per celebrare le virtù che ogni guerriero doveva possedere.
Persino le squadre di football americano locali hanno iniziato ad eseguire una ha’a prima dei match.

Qui di seguito i link ai festival di musica, danze e cultura polinesiana
Nuova Zelanda: http://www.matarikifestival.org.nz/about-matariki/
https://www.facebook.com/kawhiakai/
https://www.facebook.com/Waitangi-Day-Festival-2019-Otautahi-377546482979676/
https://www.tematatini.co.nz/
Isola di Pasqua: https://www.easterislandspirit.com/
Fiji: http://hibiscusfiji.com/
Polinesia Francese: https://www.heiva.org/en/home/
Hawaii: https://www.kamehamehafestival.org/

Aloha Festivals Home


http://www.madeinhawaiifestival.com/
Pan polinesiano: https://10times.com/pasifika-festival