L’Anasazi Tour è un viaggio archeologico alla scoperta dei meravigliosi siti rupestri disseminati tra Arizona, New Mexico e Colorado

a partire da € 1.450 per persona

Parla con Alidays e riceverai, senza impegno alcuno, idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.

Chiamaci al +39 0287238400

Compilando il form potrai decidere quando farti ricontattare da Alidays: senza impegno alcuno, riceverai idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto, selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.


Nome (campo obbligatorio)

Cognome (campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Giorno (campo obbligatorio)

Fascia di orario dalle (campo obbligatorio)

alle (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.


Compilando il form potrai prenotare, senza impegno alcuno e in base alla tua disponibilità, un appuntamento con un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio.

Luogo (campo obbligatorio)

Nome(campo obbligatorio)

Cognome(campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

L’Anasazi Tour è il viaggio archeologico dedicato a chi intenda scoprire le testimonianze delicate, mimetizzate nella roccia ocra degli altopiani del South West USA, retaggio degli ancestrali abitanti delle regioni aride e assetate di Arizona, New Mexico, Colorado e Utah. Anasazi, vale a dire gli “antichi”; questo il termine che i Navajo, giunti da Nord tra 1700 e 1800, utilizzarono per indicare i costruttori di quei mirabili complessi abitativi rupestri che trovavano incassati sui fianchi scoscesi dei canyon, abbandonati senza tracce di distruzione, quasi per una fuga improvvisa. Le cause della scomparsa del popolo anasaziano, se è lecito parlare di una compagine etnica unitaria o piuttosto sarebbe meglio riferirsi a un insieme di tribù culturalmente affini, sono ancora molto discusse dagli storici: le evidenze archeologiche, risalenti fino al 1500 a.C., mostrano che l’acme dello splendore fu raggiunto tra il X° secolo d.C. e la metà del XIII°, allorché cessarono tracce di vita. Invasioni, eccidi, siccità, carestie. Il risultato lasciato dagli Anasazi è quello di una quiete successiva a una tempesta catastrofica, ignota.

Durante l’Anasazi Tour si avrà una copertura pressoché totale dei siti archeologici anasaziani, attraverso gli spettacolari paesaggi del South West degli USA. Da Phoenix, in Arizona, prima tappa di un vero e proprio anello circolare, si raggiungerà lo straordinario edificio pueblo (il termine spagnolo che indica in modo generico ogni insediamento nativo) di Casa Grande Ruins National Monument, centro nevralgico di un reticolato complesso di canali irrigui costruiti e gestiti dagli Hohokam, una sorta di punto di riferimento politico e agricolo, a metà strada tra il palazzo e la fattoria, nel mezzo del deserto di Sonora.

Proseguendo verso Est, dopo Tucson e già in New Mexico, si incontrerà Gila Cliff Dwellings (cliff-dwelling è il termine tecnico che designa le abitazioni in adobe ricavate all’interno delle grotte), un nido incastonato su una parete delle Black Mountains, opera della cultura Mogollon. Verso Nord si impongono altri importanti siti archeologici, concentrati soprattutto nel triangolo tra Albuquerque, Los Alamos e Taos, autentico gioiello: Tyuonyi, nel Bandelier National Monument; la cittadella fortificata di Aztec; il Chaco Culture National Historical Park, Patrimonio UNESCO che tutela imponenti siti della cultura chacoana, tra cui il magnifico Pueblo Bonito, dotata di raffinate conoscenze astronomiche; non distante dal confine col Colorado, è notevole il sito delle Salmon Ruins, con le tipiche “kivas”, gli enigmatici edifici circolari, scavati nel terreno, dalle funzioni cerimoniali e sacrali.

L’Anasazi Tour toccherà poi un altro bene protetto dall’UNESCO, forse l’emergenza archeologica principale degli States: nel Mesa Verde National Park, in Colorado, si trovano circa 600 cliff dwellings, ricavati in sbalzi di canyons. Su tutti spicca il villaggio di Cliff Palace, ritenuto il più grande sito archeologico negli USA.

Rientrando in Arizona si impone, a Kayenta, il Navajo National Monument,emozionante complesso pueblo posto all’interno dello Tsegi Canyon, con i nuclei abitativi di “Keet Seel”, alla lettera “case rotte”, e “Betatakin”, la “casa costruita su una cornice”, mentre gli Hopi, anch’essi frequentatori del luogo, lo ribattezzarono “Talastima”, il “posto della spiga di grano”. Davvero stupefacente il Canyon de Chelly, dove secondo i Navajo vivrebbe “Sussistanako”, la donna ragno suprema divinità tessitrice dell’Universo. Qui si un salto al 2500 a.C. grazie alla Petroglyph Wall, testimonianza eccezionale della fase arcaica della civiltà anasaziana, quando gli abitanti di questo reticolo di profonde fenditure vivevano principalmente di caccia e raccolta: sulla parete si decifrano decine di figure, ora antropomorfe ora animali, nonché enigmatiche spirali di cerchi concentrici che forse alludono al ciclo del divenire cosmico. Imponente anche la White House.

Nella zona di Flagstaff notevole è il Wutapki National Monument, che  sorge al centro dell’altopiano del Painted Desert, sicché le strutture abitative non sono ricavate all’interno di cavità, ma si innalzano come sentinelle nella prateria. I precolombiani artefici di Wutapki erano i Sinagua (in spagnolo “senz’acqua”), gravitanti nella galassia della cultura Mogollon, vissuti tra 500 e 1550 d.C., gli stessi che più a Sud, ormai in prossimità di Phoenix, si incontrerà l’incredibile  Montezuma Castle, protetto da un National Monument voluto esplicitamente dal Presidente Theodore Roosevelt. C’è da chiedersi come facciano a restare in equilibrio quelle pareti fortificate in pietra e calce, sospese a strapiombo a quasi 40 metri per sfuggire alle piene stagionali del Beaver Creek. Nessun mistero, semmai raffinatissime cognizioni ingegneristiche possedute dai Sinagua, dei quali non bisogna perdersi anche un’altra importante testimonianza, vale a dire il Tuzigoot National Monument, sempre nella zona, altro caso di pueblo eretto in posizione forte vicino a un fiume, in questo caso il Verde River.

L’Anasazi Tour chiude il suo anello a Phoenix, secondo il disegno perfetto della kiva. Un’immagine dell’eterno.

  • VOLI INTERCONTINENTALI


  • NOLEGGIO AUTO

    Categoria compact – Ford Focus (o similare)

  • HOTEL: Hospitality Suite Resort, PHOENIX

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Tanque Verde Ranch, TUCSON

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (pensione completa)

  • HOTEL: Hotel Encanto De Las Cruces, LAS CRUCES

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Hyatt Place Albuquerque, ALBUQUERQUE

    Durata: 2 notti
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Sagebrush Inn & Suites, TAOS

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Far View Lodge, MESA VERDE NATIONAL PARK

    Durata: 2 notti
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Holiday Inn Canyon De Chelly, CANYON DE CHELLY

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Hotel Aspen Flagstaff Grand Canyon, FLAGSTAFF

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (prima colazione)

  • HOTEL: Carefree Resort & Villas, PHOENIX

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

Sara Quagliaroli
Sara Quagliaroli

Area di esperienza:
Hawaii, Alaska, USA
Destinazione preferita:
Ohau
Tipo di viaggio ideale:
Fly & train (& bus & drive & sea & nature & cities)
Viaggio perchè...
“Un Viaggio è sempre una scoperta, prima di luoghi nuovi è la scoperta di ciò che i luoghi nuovi fanno alla tua mente e al tuo cuore.
Viaggiare è sempre, in qualche forma, esplorare se stessi.”
(Stephen Littleword)

Quota per persona a partire da

1.450
  • SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
  • Tutti i servizi indicati nella sezione ″Programma″
  • Noleggio auto Compact
  • Voli di linea intercontinentali dai principali aeroporti italiani
  • Assistenza Alidays 24h/24 e 7 giorni/7
  • NON SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
  • Tasse aeroportuali (circa € 340 per persona)
  • Pasti e bevande non indicate
  • Spese di gestione pratica comprensive di assicurazione medico bagaglio € 70 per persona
  • Tutto quanto non espressamente indicato

Itinerario in mappa