Un viaggio nella Penisola di Kii, lungo strade costiere e di montagna, tra foreste pluviali e antiche vie di pellegrinaggio

a partire da € 1.890 per persona*

*quota per due persone con 1 moto in camera doppia e trattamento di B&B in hotel standard (come da programma o similare)

Parla con Alidays e riceverai, senza impegno alcuno, idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.

Chiamaci al +39 0287238400

Compilando il form potrai decidere quando farti ricontattare da Alidays: senza impegno alcuno, riceverai idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto, selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.


Nome (campo obbligatorio)

Cognome (campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Giorno (campo obbligatorio)

Fascia di orario dalle (campo obbligatorio)

alle (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale

Il/la sottoscritto/a, dopo aver letto l’informativa dichiara relativamente alla seguente finalità:
1. Richieste di contatto per ricezione di informazioni turistiche di viaggio

al trattamento dei dati personali forniti Privacy policy


Compilando il form potrai prenotare, senza impegno alcuno e in base alla tua disponibilità, un appuntamento con un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio.

Luogo (campo obbligatorio)

Nome(campo obbligatorio)

Cognome(campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale

Il/la sottoscritto/a, dopo aver letto l’informativa dichiara relativamente alla seguente finalità:
1. Richieste di contatto per ricezione di informazioni turistiche di viaggio

al trattamento dei dati personali forniti Privacy policy

La penisola sacra di Kii, a Sud di Ōsaka, la più grande di Honshū, è la meta ideale per un viaggio in moto in Giappone. Le sue strade litoranee, intagliate lungo pendici montane digradanti in costiere maestose, sfiorano l’Oceano Pacifico. Più che di guidare sembra, in molti tratti, di veleggiare. Inoltre qui si entra in contatto con una tradizione religiosa e mistica millenaria, imperniata sul Cammino di Kumano, fitta rete di sentieri sacri attestata fin dal periodo Heian (VIII-XII secolo) e dichiarata Patrimonio UNESCO nel 2004. Le spiritualità shintoista e buddhista sfoggiano i propri capolavori architettonici più insigni a Kyoto e Nara, altri due Patrimoni UNESCO, che s’incontrano alla fine di questo tour del Giappone più antico e solenne.

Il meglio del viaggio

Tappa 1: Ōsaka – Shirahama (192 km)

Viaggio-in-moto-Penisola-di-Kii.

Da Ōsaka, col fragoroso quartiere di Dōtonbori, il distretto commerciale noto per le decine di ingombranti insegne pubblicitarie al neon che lo gremiscono (da assaggiare le takoyaki, polpette di polpo fritte, orgoglio della gastronomia locale), l’itinerario si avvia verso la pace silenziosa, frondeggiante di immense foreste di cedri giapponesi, simili a sequoie, del Monte Kōya, uno dei centri monastici principali del Sol Levante, inaugurato nell’VIII secolo d.C. da Kobo Dashi, padre del buddhismo esoterico Shingon. Oltre ai templi, si suggerisce una visita al magico Okunoin, il cimitero più grande dell’arcipelago, sorto a partire dal IX secolo intorno al mausoleo di Kobo Dashi, dove cominciarono a farsi inumare i suoi seguaci, nell’attesa Maitreya, il Buddha Futuro che verrà a risvegliare il Maestro e a redimere l’umanità: 200 mila lapidi sconnesse si affastellano tra radici gibbose, screziate di muschio, insieme a lanterne, cippi, statue del Siddharta. Chiude la prima sezione la zona di Shirahama, sulla costa occidentale di Kii, rocciosa e corrugata, località termale apprezzata da almeno 1300 anni. Nel mare antistante si trova il celebre isolotto di Engetsu, con al centro un foro sovrastato da un arco naturale di pietra.

Tappa 2: Shirarama – Owase (244 km)

Viaggio in moto in Giappone Kushimoto

La seconda tappa ricalca l’accidentata linea costiera di Kii fino a Kushimoto, in prossimità di Capo Shionomisaki, il punto più meridionale di Honshū, un promontorio scosceso che allunga in mare una coda di faraglioni. Un bel faro bianco guarda all’immensità del Pacifico. In seguito si effettua una sosta a Shingu, placida cittadina marinara, il cui Hayatama Taisha rientra nei tre principali santuari shintoisti collegati dal già citato Kumano Kodo, il “Cammino di Santiago giapponese” (ben più antico, in realtà, del percorso cristiano), un reticolo di viottoli lastricati che misura oltre 300 km. Nei secoli imperatori e fedeli di umile estrazione hanno intrapreso questo percorso ascetico, nel quale lo sforzo fisico va di pari passo, s’integra alla purificazione interiore. Ne racconta la storia il Kumano Kodo Centre a Owase, sede del secondo pernottamento.

Tappa 3: Owase – Ise (205 km)

Viaggio in Giappone Ise in moto

Il tour in moto di Kii continua, durante la terza frazione, con arterie panoramiche, vista Oceano. Quali soste consigliate, si segnalano Tasoura, gradevole porticciolo sul fianco di un’insenatura profonda, l’Ise Shima Skyline, belvedere che domina la città, Ise, e la penisola, Shima, importante per i suoi santuari shintoisti (l’Ise Jungu specialmente), e la perlicoltura, nata a fine ‘800 mediante l’allevamento di ostriche in mare concepito da Mikimoto Kōkichi sull’isola di Mikimoto, di fronte a Toba. D’altronde già da secoli nella baia di Ise operavano le ama (“donne del mare”), pescatrici subacquee in grado di discendere in apnea fino a 30 metri di profondità per cogliere perle, crostacei e alghe: quando le resistenti nuotatrici, – che iniziano ad allenare i propri polmoni da bambine, riuscendo così a rimanere in attività anche ad età ragguardevoli (non di rado se ne incontrano di ultrasettantenni), – emergono dall’acqua con il loro cesto di legno, emettono un melodioso fischio, dovuto all’iperventilazione, noto come ama isobue, un canto di sirene dalle valenze romantiche che ha ispirato scrittori e pittori. Specifiche escursioni permettono di conoscerle dal vivo.

Tappa 4: Ise – Kyoto (218 km)

Viaggio in Giappone tra templi e grattacieli

La quarta giornata volge in direzione di Kyoto, la capitale del Sol Levante dal 794 al 1868 d.C., disseminata di templi buddhisti e santuari shintoisti, sedici dei quali rientrano nei Patrimoni UNESCO, congiuntamente agli annessi karesansui, i giardini “secchi” perché escludono la presenza di acqua, e al Castello Nijō. Nel tragitto, da non perdere Uda, impreziosita da un castello, templi, parchi con ciliegi secolari (meravigliosi quelli del Country Park Oko), e Nabari, in un armonioso contesto montano di boschi, fiumi e cascate.

Tappa 5: Kyoto – Osaka (119 km)

Giappone mistico in moto Nara

Prima di rientrare a Ōsaka, il tour in moto del Giappone mistico colleziona altre località imprescindibili. Uji, cittadina nella Prefettura di Kyoto che serba l’armonioso tempio buddhista Byōdō-in, col leggiadrissimo Padiglione della Fenice (Patrimonio UNESCO), è illustre per una varietà locale di tè verde, gustoso e insieme soave, considerato il migliore del Giappone. Le frequenti brume fluviali conferiscono alle foglie l’aroma sopraffino. Otto anni dopo l’inaugurazione del Byōdō-in, nel 1060, aprì i battenti la più antica casa da tè di cui s’abbia notizia: da 24 generazioni, la famiglia Tsuen officia con scrupolo quasi religioso, nel piccolo edificio di legno sul lato sinistro del ponte, un rituale di ospitalità impermutabile, poiché perfetto. Seguendo belle strade di campagna, si giunge a Nara, capitale del Sol Levante nell’VIII secolo. Questa antica città non deve la propria fama ai complessi cultuali che le sono valsi la nomina a Patrimonio UNESCO, bensì ai cervi sika, una specie endemica, ozianti tra i parchi dei santuari. Se ne censiscono sui 1200 esemplari, avvezzi ai turisti cui si avvicinano confidenti, ghiotti come sono di sika senbei, speciale pastura. Ultima chicca, dal Monte Shigi. rilievo di 437 metri che ospita templi buddhisti vegliati da una tigre gigante, si gode un panorama vastissimo. Un meraviglioso saluto dal Giappone.

  • NOLEGGIO MOTO

    Moto Honda o Yamaha, con cilindrate comprese tra 600 e 1300 cc (per il dettaglio di tutti i singoli modelli, contattare il booking Alidays)

  • HOTEL: Shiraraso Grand Hotel, Shirarama

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (prima colazione)

  • HOTEL: Owase Seaside View, Owase

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (prima colazione)

  • HOTEL: Route Inn Ise Hotel, Ise

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (prima colazione)

  • HOTEL: Kyoto Tokyu Hotel, Kyoto

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (prima colazione)

Alice Tartara
Alice Tartara

Area di esperienza:
Estremo Oriente (dalla Thailandia al Giappone con tutto quello che c'è in mezzo)
Destinazione preferita:
Hokkaido - Giappone
Tipo di viaggio ideale:
Prendo lo zaino e mi fermo solo davanti al mare. Possibilmente in burrasca
Viaggio perchè...
Strana questa cosa dei viaggi, una volta che cominci, è difficile fermarsi.
È come essere alcolizzati.
(Gore Vidal)

Quota per persona a partire da

1.890
  • SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
  • Pernottamenti e pasti indicati nella sezione ″Programma″
  • Noleggio moto Honda o Yamaha, con cilindrate comprese tra 600 e 1300 cc
  • Assicurazione base contro terzi
  • Assistenza Alidays 24h/24 e 7 giorni/7
  • NON SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
  • Voli di linea intercontinentali dai principali aeroporti italiani e tasse aeroportuali
  • Noleggio dell’attrezzatura ed eventuali assicurazioni facoltative supplementari
  • Spese di gestione pratica comprensive di assicurazione medico bagaglio € 70 per persona
  • Tutto quanto non espressamente indicato

in collaborazione con

Itinerario in mappa