Un viaggio all’insegna del wildlife watching tra i Parchi Nazionali di South Dakota, Wyoming, Montana e North Dakota, nel cuore selvaggio del Nord America

a partire da € 2.180 per persona

Parla con Alidays e riceverai, senza impegno alcuno, idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.

Chiamaci al +39 0287238400

Compilando il form potrai decidere quando farti ricontattare da Alidays: senza impegno alcuno, riceverai idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto, selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.


Nome (campo obbligatorio)

Cognome (campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Giorno (campo obbligatorio)

Fascia di orario dalle (campo obbligatorio)

alle (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale


Compilando il form potrai prenotare, senza impegno alcuno e in base alla tua disponibilità, un appuntamento con un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio.

Luogo (campo obbligatorio)

Nome(campo obbligatorio)

Cognome(campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale

Il Safari Tour nella Real America  è la proposta di viaggio in USA per apprezzare la grande fauna selvatica del Nord America, attraverso le regioni spettacolari del West. L’itinerario si snoda dalle Black Hills del South Dakota fino al fronte imponente delle Rocky Mountains, dove incontra due aree protette inserite nei Patrimoni UNESCO, i Parchi Nazionali di Yellowstone e del Glacier, rispettivamente in Wyoming e Montana, per poi ridiscendere nelle praterie sconfinate del North Dakota, ampie come piatti oceani.
Concepito per i mesi estivi, questo fly & drive prevede numerose esperienze di wildlife watching e fa entrare in contatto diretto con gli esemplari più rappresentativi del regno animale americano, in contesti paesaggistici di vastissima, primitiva bellezza.

Rapid City, porta d’accesso alle Black Hills, una catena montuosa, livida di fitti boschi di conifere, che supera i 2200 metri d’altezza, nonché ai celebri monumenti, anch’essi quasi un’emanazione metamorfica della roccia, di Mount Rushmore e del Crazy Horse Memorial, è agevole raggiungere il Custer State Park, nei cui confini non bisogna perdersi la Wildlife Loop Road, un nastro di 30 km dal quale si assiste, in corsa, a una sorta di documentario dal vivo, data la facilità con cui si avvistano montoni, alci, antilopi, coyote, cani delle praterie e, soprattutto, i bisonti della più grande mandria degli Stati Uniti, composta da 1300 individui.

La seconda tappa del Safari Tour nella Real America, Hulett, col suo aspetto di polveroso avamposto pionieristico del vecchio West, sorge nelle vicinanze di un’emergenza geologica simbolo del Wyoming, Devils Tower, monolite di roccia ignea che si staglia per circa 400 metri sullo scenario delle Bear Lodge Mountains, primo National Monument degli USA: il nome inglese è l’errata traduzione di quello nativo, “Torre dell’Orso”, legato a una leggenda che vedeva protagonista il Grande Spirito delle teologie amerindie, il quale avrebbe salvato sette vergini dall’agguato di un enorme orso che incise con le unghie le profonde scanalature della roccia, nel tentativo di afferrarle dalla cima su cui erano state prodigiosamente poste al sicuro per poi venire salvate, assurte in cielo. Steven Spielberg scelse questo luogo surreale per girarvi scene di Incontri ravvicinati del terzo tipo, uscito nel 1977.

Da Buffalo, altra sosta del viaggio, si accede alla Bighorn National Forest, estesa su catena montuosa che supera i 4000 metri d’altezza e rappresenta un paradiso floro-faunistico ideale per percorsi di hiking, trekking, bicicletta. La Bighorn Scenic Byway (US 14) e la Cloud Peak Skyway (US 16) permettono di addentrarvisi  a bordo di mezzi a motore, in modo da avvistare, tra gli altri, cervi muli o della Virginia, wapiti, alci, antilocapre, orsi neri e cougari, parimenti noti come leoni di montagna. Per quanto riguarda gli uccelli, non è difficile riconoscere, vagare nell’erba alta delle steppe o solcare il cielo pallido, tacchini selvatici, aquile di mare testabianca o reali, gli endemici galli della salvia, dalla foggia di capitribù indigeni, tetraoni, fagiani e falchi.

Cody, fondata fondata nel 1802 dal colonnello William Frederick Cody, passato alla storia con l’epiteto di Buffalo Bill, rappresenta la base prescelta per le esplorazioni dello Yellowstone National Park. Molto interessanti le escursioni organizzate in compagnia di biologi, specie all’alba e al tramonto, quando, a differenza che nella società umana, il mondo animale freme di attività e il Greater Yellowstone Ecosystem, ultimo frammento intatto di ecosistema terrestre temperato dell’emisfero settentrionale, emette il suo primo, rorido vagito mattutino, e si distende, allungato, nell’oro del crepuscolo, alitando brezze di boschi e acque. Comune fotografare, d’estate, alci, pecore bighorn, cervi, antilocapre e molteplici bisonti.

Dopo la visita a Butte, che offre il Butte–Anaconda Historic District, parco di archeologia mineraria ottocentesca, si punta verso Nord e il Glacier National Park, oltre 4000 kmq di Montana, con sconfinamenti in Canada che lo collegano al Waterton Lakes National Park. Il nome deriva dall’azione creatrice dei ghiacciai che hanno scavato nel corso dei millenni profonde valli, punteggiate da circa 130 laghi specchianti, nella superficie cristallina, le creste aguzze delle Rocky Mountains. Praterie rigogliose, boschi impenetrabili, e ancora tundra e crepacci inospitali, sono dimora di 1000 specie vegetali e circa 400 animali, tra i quali spiccano grizzly, alci, linci e le meditabonde capre delle nevi, emblema ufficiale del Parco.

Virando in direzione Sud-Est, si arriva alle Great Falls, una serie di cinque cascate con cui il Missouri River supera i 187 metri complessivi della “shear zone”, il dislivello tettonico continentale, un precipizio sbalzato a imponenti gradoni. Durante il tragitto per Billings è consigliabile una puntata all’Helena-Lewis and Clark National Forest, polmone verde tappezzato di pecci, abeti, larici, pini gialli e contorti: nel loro folto, vergine e ombroso, vivono gli animali tipici della zona del Continental Divide, presenti anche nel Glacier, oltre a coyote, procioni, castori, visoni, topi muschiati, lontre e la sottospecie di cervi Columbian white-tailed, snelli e fuggenti. Da Billings, città più popolosa del Montana, con un signorile downtown liberty, s’imbocca la Interstate 94, alla volta del North Dakota e di un altra riserva abbondante di biodiversità, il Theodore Roosevelt National Park, intitolato al 26° Presidente USA e Premio Nobel che, grande appassionato di caccia e della vita selvaggia del West, vi trascorse una stagione decisiva per la propria vita nel 1883, quando aveva 25 anni. Da Medora (teatro, da giugno a settembre, di un musical in stile Broadway di ambientazione western che si tiene nel Burning Hills Amphitheatre, sullo lo sfondo delle Badlands) si accede al frastagliato ventaglio di calanchi d’argilla e sabbia, frammisti a prati brulli e riarsi, scavato dal Little Missouri River. Tra le formazioni geologiche più notevoli compaiono gli hoodos, i nostri camini delle fate, e le cosiddette “cannonball concrations”, pietre levigate a forma di proiettili giganteschi. La fauna annovera bisonti, coyote, wapiti, cavalli selvatici, cani delle praterie, sui cui movimenti terrestri volteggiano i cerchi perfetti dell’aquila calva. Scenario perfetto per un safari conclusivo nella Real America!

  • VOLI INTERCONTINENTALI


  • NOLEGGIO AUTO

    Categoria Midsize SUV –  RAV4 SPORT V6 o similare (con navigatore)

  • HOTEL: Best Western Ramkota, RAPID CITY

    Durata: 2 notti
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Best Western Devils Tower Inn, HULETT

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (prima colazione)

  • HOTEL: Best Western Crossroads Inn, BUFFALO

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Buffalo Bill Cabin Village, CODY

    Durata: 2 notti
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Radisson Billings, BILLINGS

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Best Western Plaza Inn, BUTTE

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Glacier Lodge, Glacier National Park

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Comfort Inn & Suites, Great Falls

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (prima colazione)

  • HOTEL: Best Western Clock Tower Inn, Billings

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: AmericInn Lodge & Suites, Medora

    Durata: 2 notti
    Camera Standard (solo pernottamento)

  • HOTEL: Best Western Ramkota, Rapid City

    Durata: 1 notte
    Camera Standard (solo pernottamento)

Giuseppe Gerevini
Giuseppe Gerevini

Area di esperienza:
Nord America
Destinazione preferita:
Le preferite sono veramente tante ma le emozioni che provo quando sono nel West degli USA sono difficili da eguagliare
Tipo di viaggio ideale:
Viaggio itinerante alla scoperta di luoghi e persone
Viaggio perchè...
"Qual è il vero significato della parola viaggiare? Cambiare località?
Assolutamente no! Viaggiare è cambiare opinioni e pregiudizi."
(Anatole France)

Quota per persona a partire da

2.180
  • SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
    Voli di andata e ritorno da Milano/Roma per Rapid City in classe turistica
    14 pernottamenti
    1 prima colazione
    Noleggio auto categoria Midsize SUV con navigatore
    Assistenza Alidays 24h/24 e 7 giorni/7
  • NON SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
    Tasse aeroportuali (circa € 330 per persona)
    Ingressi ai Parchi Nazionali
    Spese di gestione pratica comprensive di assicurazione medico bagaglio (€ 70 per persona)
    Tutto quanto non espressamente indicato

IN COLLABORAZIONE CON

Itinerario in mappa