Nel teatro della modernità si celano tratti di un’altra Cina, dove riecheggiano buddhismo, taoismo, confucianesimo e maoismo

Quota di partecipazione € 2.590 per persona (inizio tour 2 settembre 2018)

Parla con Alidays e riceverai, senza impegno alcuno, idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.

Chiamaci al +39 0287238400

Compilando il form potrai decidere quando farti ricontattare da Alidays: senza impegno alcuno, riceverai idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto, selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.


Nome (campo obbligatorio)

Cognome (campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Giorno (campo obbligatorio)

Fascia di orario dalle (campo obbligatorio)

alle (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale


Compilando il form potrai prenotare, senza impegno alcuno e in base alla tua disponibilità, un appuntamento con un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio.

Luogo (campo obbligatorio)

Nome(campo obbligatorio)

Cognome(campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale

Un gran tour della Cina  che ha come prima tappa la capitale Pechino, oltre la Grande Muraglia, e ultima Shanghai, la Perla d’Oriente e capitale economica, passando per Pingyao, il set del celebre film Lanterne Rosse del regista Zhang Yimou, seguita da Xian, protetta dal suo Esercito di Terracotta, poi l’immancabile Longmen, con innumerevoli Buddha e Luoyang degli Shaolin.

Il viaggio che vi attende, accompagnato da un esperto parlante cinese e profondo conoscitore della cultura cinese, è molto intenso: sono previsti diversi spostamenti su lunghe distanze, con transfer interni e con gli affascinanti treni super veloci tra le grandi città.

Tutto è uno

E questo simbolo è perfetto

perché il bianco e il nero si abbracciano

e all’interno del nero c’è un punto del bianco

e all’interno del bianco c’è un punto del nero.

Il fine del viaggiare è il viaggiare stesso

Tiziano Terzani

La Cina, un gigantesco mondo a parte, contraddittorio, in rapidissima e rumorosa trasformazione. I palazzoni sorgono da un giorno all’altro laddove prima vi era un parco, un monastero o antiche costruzioni. Lungo le strade dopo il tramonto erano pochissime le donne che andavano in giro, mentre oggi le serate conviviali sono vive per tutti, di ogni genere e classe sociale, dopo giornate dedite totalmente al lavoro. Le biciclette sfrecciano sempre e sono aumentate esponenzialmente anche le automobili, sempre più quelle di lusso. Pochissimi parlavano una lingua occidentale, oggi invece i giovani in città parlano l’inglese, almeno a livello base. Con o senza l’intermediazione linguistica, tutti si impegnano sempre nelle guanxi 关系, le relazioni alla base della vita sociale e la profonda educazione verso lo straniero, retaggio di Deng Xiaoping. Si trova sempre una persona pronta ad aiutare lo straniero o a condurlo a destinazione, se necessario. Qui i bambini sono dei piccoli imperatori e gli anziani tengono il timone di ogni famiglia, rispettati per la saggezza che anni e anni di vita gli hanno fornito, grazie alla meravigliosa pietà filiale孝顺, che caratterizza la cultura estremo-orientale.

Un sogno di ombre cinesi che diviene realtà

Aprite la magica porta a splendidi edifici antichi, monasteri, passeggiate negli hutong, i preziosi vicoli tradizionali, tra le mura ed i tratti della Grande Muraglia. Scoprirete il potere simbolico della nuova vecchia Cina nascosta tra inimmaginabili cambiamenti, con le sue enormi metropoli dall’anima eterna, ricchissime e povere insieme, tempestate da una miriade di ristoranti e piccole locande autenticamente cinesi chiamati xiǎochī, mercati, bar (jiǔbā) sempre aperti. Benvenuti nelle città che non dormono davvero mai!

Questo Paese vi stupirà: chiuso e aperto al tempo stesso, in perpetuo mutamento con i suoi balzi in avanti, pur conservando antichissime tradizioni, con una gran volontà di rivalsa sulla propria storia e la curiosità di conoscere e di apprendere nuove vie e tecniche.

Qui si racconta di città dalle lanterne rosse. Nel teatro della modernità si celano tratti di un’altra Cina, dove riecheggiano buddhismo, taoismo, confucianesimo e maoismo. Questo tour ripercorre alcune delle tappe salienti della storia cinese, permettendovi di vedere con i vostri occhi un’inaspettata contrapposizione. In questi siti e tra i locals, avrete modo di conoscere il volto odierno di una cultura millenaria. Ammirerete il Celeste Impero delle pagode, dei monasteri, degli hutong, dei parchi, dei mille Buddha, degli Shaolin. Protagonisti saranno i cinesi: avrete il piacere di vederli vivere nel loro mondo, in una società dove la donna ha un ruolo velatamente preminente e tutti si danno un gran da fare per costruire un volto rinnovato, ma pur sempre cinese, nei processi di costruzione del dragone che si fa spazio in una nuova corrente.

  • TOUR GUIDATO ″Autentica Cina″

    Lingua: italiano esclusivo

  • Milano - Pechino

    1° giorno (domenica 2 settembre) Volo di linea Air China no-stop da Milano Malpensa a Pechino.

  • Pechino

    2° giorno (lunedì 3 settembre) Arrivo all’aeroporto internazionale di Pechino e trasferimento presso l’hotel 4* Holiday Inn o similare. 北京 Beijing, letteralmente “Capitale del Nord”, è la capitale di Stato più popolosa al mondo. L’intera municipalità ha dimensioni pari a poco più della metà del Belgio o come la regione Lazio. Confina con la provincia dell’Hebei e a sud-est con la municipalità di Tianjin.

    Visita al Tempio del Cielo (o del Paradiso), Tiāntán天坛, letteralmente Altare del Cielo. Il tempio, situato nel distretto di Xuanwu, a sud di Pechino, è un complesso di edifici culturali taoisti e si trova nella parte meridionale di Pechino. Anticamente era usato per invocare la pace sotto il cielo, la divinità principale, su cui si basava il culto officiato dall’imperatore, che celebrava cerimonie in suo onore. L’imperatore della Cina era chiamato figlio del cielo. Risalente al 1420, era meta di visite da parte di tutti gli imperatori delle dinastie Ming e Qing. Il complesso si estende su di un’area di 2,73 chilometri quadrati. Nel 1998 il Tempio del Cielo è stato incluso nel Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Pranzo in ristorante. In serata, transfer privato fare una passeggiata negli hútòng, le strade costruite in epoca Qing (1644-1911) in cui si snodano tradizionali abitazioni a corte ad un piano cinte da mura, di mattoni grigi e porte rosse, chiamate sìhéyuàn, tra strette stradine. Molti quartieri sono formati dall’unione di più sìhéyuàn, che formavano un hútòng, parola con cui, per estensione, ci si riferisce all’intero quartiere. Il cortile non si affaccia sulla strada, all’occidentale, ma all’interno di un perimetro di mura disposte su quattro lati, secondo un modello a corte centrale. Le regole urbanistiche che hanno stabilito la loro nascita sono legate ai principi del fengshui 风水, il vento e l’acqua, l’arte di disporre gli oggetti in base all’equilibrio degli elementi per creare un’armonia tra l’interno e l’esterno degli edifici.

    Trasferimento privato, rientro in hotel e pernottamento in hotel.

  • Pechino

    3° giorno (martedì 4 settembre) Colazione in hotel, transfer privato verso la stazione dei bus e bus di linea diretto verso la Grande Muraglia (长城, Chángchéng) Badaling 八达岭 , a 70 chilometri a nordovest di Pechino, il tratto più integro della Grande Muraglia. Fu edificato durante la Dinastia Ming, assieme ad un avamposto militare, a dimostrazione dell’importanza strategica della zona. La porzione di muraglia che corre sulla cresta di queste colline ha subito notevoli restauri e, nel 1957, è stato il primo tratto ad essere aperto ai visitatori, dunque anche il più turistico. Il paesaggio tutt’attorno è mozzafiato, con la cresta di questo dragone che si snoda all’orizzonte, non permettendo di cogliere con lo sguardo la sua interezza.

    Rientro con bus di linea e transfer privato a Pechino nel pomeriggio.

    Cena presso un ristorante. Pernottamento in hotel.

  • Pechino

    4° giorno (mercoledì 5 settembre) Dopo la prima colazione, transfer privato verso Piazza Tiananmen (天安门广场 Tiān’ānmén guǎngchǎng, letteralmente porta della Pace Celeste), simbolo della capitale cinese, è la più grande piazza di Pechino. Costruita nel 1417 e rinnovata, nei primi anni della dinastia Qing, nel 1651 è larga 880 metri da nord a sud e 500 da est a ovest, e  con i suoi 440.000 metri quadrati, è la sesta piazza pubblica del mondo per dimensioni. Al centro della piazza si trova il mausoleo di Mao Zedong, padre indiscusso della Cina Popolare. I lavori di costruzione iniziarono nel novembre del 1976, due mesi dopo la morte del Grande Timoniere nel 1976 e fu terminato l’anno seguente.

    Passeggiata in direzione nord della piazza, dove si erge la Città Proibita (紫禁城 Zǐjìnchéng, letteralmente “Purpurea città proibita”). Nel centro di Pechino, attraversando la Porta Celeste da Piazza Tiananmen, si accederà nella Città Proibita, che ha oltre 500 anni di storia. Fu il palazzo imperiale delle dinastie Ming e Qing fino alla fondazione della Repubblica, tra il 1406 e il 1420. Così chiamata perché interdetta agli estranei alla corte imperiale, fu l’abitazione degli imperatori e delle loro famiglie e centro politico e cerimoniale del governo cinese. Con i suoi 980 edifici divisi in 8.707 camere, copre 720.000 metri quadrati ed è il più grande palazzo al mondo. Il complesso è espressione della sontuosa architettura tradizionale cinese e storicamente ha influenzato gli stili architettonici dell’Asia orientale. Fu aperto al pubblico nel 1949. A pianta rettangolare e circondata da una muraglia, la sua maggiore attrattiva è il Palazzo Imperiale, ricco di meravigliose opere d’arte, e la Sala della Suprema Memoria, nella quale venivano celebrate le cerimonie della famiglia imperiale. Nel 1987 è stata inserita nell’elenco del Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, che la riconosce come la più grande collezione di antiche strutture in legno ancora conservata.

    Per concludere l’ultima giornata nella capitale, non potete perdere un tour culinario coraggioso curiosando tra i banchetti di Wangfujing 王府井, uno dei viali più famosi della città. Nel distretto di Dongcheng, si trova la strada che parte da Wangfujing Nankou, letteralmente, porta meridionale. Percorrendo il viale verso nord pieno di banchetti con pietanze e snack “del futuro”, a base di insetti, tipiche di varie località della grande Cina, da immortalare in foto o assaporare, per i più impavidi. Da non perdere i tanghulu糖葫芦, frutta caramellata infilata in spiedini di bambù, un dolce tipico del nord.

    Rientro in hotel con transfer privato e pernottamento in hotel.

  • Pechino - Pingyao

    5° giorno (giovedì 6 settembre) Colazione in hotel, transfer privato in stazione e proseguimento in treno veloce per Pingyao. Sistemazione in una tipica Guest House in stile Qing, il Deju Yuan o similare.

    Giornate dedicate a passeggiate per la visita della fantastica città fortificata di Pingyao 平遥 . Immergetevi totalmente in un’atmosfera di lanterne rosse, tetti con i dragoni, mura imponenti, antichi templi.

    Fondata nell’XI secolo a.C. , durante la dinastia Zhōu Occidentale, Pingyao è una delle 4 antiche città del paese che si sono preservate nel tempo. In epoca Ming è stato un importante centro mercantile e in epoca Qing ha rappresentato il massimo centro finanziario della Cina, con i suoi traffici intensissimi. Con la classica pianta a forma di bagua, il quadrato magico cinese che suggerisce indicazioni fondamentali basato su delle aree specifiche per armonizzare lo spazio abitativo, Pingyao si sviluppa entro una cinta muraria con delle torri. Superati i varchi di ingresso alla città, si dipanano vicoletti sui quali si affacciano edifici in stile tradizionale, case a corte, templi ed una moltitudine di negozietti. Passeggiate liberamente tra i vicoletti dove si svolge la vita quotidiana degli abitanti, tra bici, bucato fresco steso nei cortili, pentoloni fumanti e profumi di spiedini e dei tipici panini cinesi con carne e verdure, i roujiamo肉夹馍. Dal 1997 questo incanto architettonico è entrato a far parte del Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

    Pranzo e cena. Pernottamento in hotel.

  • Pingyao

    6° giorno (venerdì 7 settembre) Colazione nella Guest House e proseguimento della visita dei siti storici della città.

    *Addon: In serata, spettacolo teatrale tradizionale, Live Performance (a partire da Euro 50 per persona).

  • Pingyao - Xian

    7° giorno (sabato 8 settembre) Prima colazione, transfer privato per la stazione ferroviaria e partenza in treno veloce per Xian 西安, l’antica Chang An, il capoluogo della provincia dello Shǎnxī (Shaanxi), che fu capitale di ben 13 dinastie. Rappresentava la parte più orientale della Via della Seta. Arrivo nel primo pomeriggio, trasferimento privato presso il vostro hotel 4* Citadines Central o similare per lasciare i bagagli e transfer privato a sud di Xian  per visitare la Grande Pagoda dell’Oca Selvatica, una delle più belle pagode in stile Tang. Completata nel 652 per conservare alcuni testi buddhisti portati dall’India dal monaco Xuan Zang, inizialmente era formata da 5 piani, che tra il 701 e il 704 divennero 10. Oggi ne sono rimasti solo 7 per una altezza totale di 64 metri. Ai due lati dell’ingresso si possono ammirare le iscrizioni dei due imperatori Tang Taizong e Tang Gaozong. La Pagoda  si trova all’interno del Tempio della Grande Benevolenza, costruito in epoca Tang, ma gli edifici conservati fino ad oggi sono di epoca Qing.

    Più tardi, transfer privato per tornare nel centro storico. Ci si recherà all’interno delle mura perfettamente conservate, imponenti, alte ben 12 metri e lunghe fino a 14, con una torre di guardia piazzata in ciascuno degli angoli, dove potrete ammirare la Torre del Tamburo e la Torre della Campana, risalenti al XIV secolo e ristrutturate nel XVIII secolo. Si farà tappa al quartiere musulmano, dove si potrà vedere la Grande Moschea, una delle più grandi in tutta la Cina, che per anni ha ospitato la minoranza hui di fede islamica. Gli hui iniziarono ad insediarsi in questa zona fin dal VII secolo e vi si stabilirono a partire dalla dinastia Ming. Vedrete gli uomini indossare zucchetti bianchi e donne con scialli colorati in testa. L’edificio rivolto ad ovest, verso la Mecca, è un meravigliosa sintesi tra architettura islamica e cinese.

    Pranzo e cena inclusi. Pernottamento in hotel.

  • Xian

    8° giorno (domenica 9 settembre) Prima colazione e trasferimento privato per incontrare i custodi del Musoleo del primo imperatore della riunita Cina sotto un unico impero, i guerrieri dell’Esercito di Terracotta. A circa 30 km ad est dal centro di Xian, a Lintong, farete visita al complesso che racchiude le tre aree della tomba dell’imperatore, dove si trova l’esercito di terracotta, uno straordinario insieme di statue (se ne contano 7000 tra soldati, arcieri e cavalli) collocato nel Mausoleo del primo imperatore cinese Qin Shi Huangdi (260 a.C. – 210 a.C.).

    Rientro in città con trasferimento privato e pernottamento.

  • Xian - Luoyang

    9° giorno (lunedì 10 settembre) Prima colazione, transfer privato verso la stazione ferroviaria e partenza in treno veloce per la provincia dello Hénán, destinazione Luoyang. Transfer privato per andare a sud di Luoyang, dove si trova il complesso delle Grotte di Longmen, 龙门石窟 letteralmente Grotte della porta del drago, situate tra il Monte Xiang e le sponde del fiume Yi. Costruite in epoca Wei settentrionali, quando la capitale fu trasferita a Datong nel 494 d.C., rappresentano uno dei rari tesori di arte rupestre più apprezzati dai buddhisti cinesi e dai viaggiatori di tutto il mondo. Con 2.100 grotte e nicchie, più 40 urne, 3.600 tavole di pietra incise e oltre 100.000 immagini buddiste e statue sono uno spettacolo mozzafiato. Nei versi di uno dei più grandi poeti cinesi, Li Bai (701 d.C.-762), di epoca Tang, “l’età d’oro della poesia cinese”:

    Incisione su un monastero montano

    Bivacco notturno al monastero sui monti Allungo la mano, afferro le costellazioni Non oso parlare ad alta voce Ho paura di svegliare chi sta sopra il cielo                           

    Gran parte delle grotte si trovano sulla collina a ovest, mentre su quella est si possono ammirare il Tempio Xiangshan 香山寺, il Tempio del Cavallo Bianco 白马寺 e la pagoda Songyue 嵩岳寺, la più antica pagoda cinese in terracotta. Nel 2000 il complesso delle grotte di Longmen sono state inserite nell’elenco dei siti UNESCO e 3 anni dopo sono state ristrutturato su larga scala. Contemplate la moltitudine di Buddha scolpiti nella roccia, culla del buddhismo cinese.

    Pranzo e cena inclusi. Rientro in transfer privato in Hotel.

  • Luoyang

    10° giorno (lunedì 11 settembre) Prima colazione  e transfer privato al Monastero Shaolin 少林寺, culla delle arti marziali cinesi: ammirerete da vicino i monaci in azione e la foresta di stupa. Pranzo incluso.

    Luoyang fu un centro estremamente importante fondato durante la dinastia degli Han occidentali (206 a.C. – 8 d.C.). Edificata sulle rovine dell’antica Chenzhou (XI a. C.), zona considerata il centro dell’universo sacro fin dal Neolitico, fu scelta come capitale di 13 dinastie fino a quando nel X secolo i Song settentrionali spostarono il centro del potere a Kaifeng. Ospita ben 1300 templi buddhisti. Le possenti mura di epoca Sui e Tang formavano un’impressionante rettangolo a cavallo tra la riva settentrionale e meridionale del fiume Luo. Nel II secolo d. C. fu resa il punto di partenza della Via della Seta, ma a seguito della rivolta contadina dei Turbanti Gialli cadde poi in sventura. Di qui ebbe inizio un periodo di frammentazione politica passato alla storia come medioevo cinese. Fu in seguito con l’ascesa dell’imperatrice Wu Zetian con i Tang (618–907) che Luoyang ripristinò l’atmosfera del glorioso passato. Qui potete ammirare il tempio Shaolin,  fatto erigere nel 496 dall’imperatore Xiaowen dei Wei Settentrionali, famoso in tutto il mondo per il gongfu (kung fu), la nobile arte marziale creata dal monaco Bodhidharma, Damo zushi dong, 达摩祖师洞 , che per far sì che i monaci si mantenessero in forma, elaborò una serie di esercizi basati sulle movenze degli animali. Si potrebbe assistere ad uno spettacolo organizzato dal Wushu Training Center della durata di mezz’ora. Oltre alla magnifica Sala maestosa (detta anche grande o centrale), la Daxiong baodian 大雄宝殿, al centro del tempio, dove i monaci svolgono i propri esercizi, ammirerete la foresta di stupa 少林塔林 , per un totale di 248, in cui giacciono le spoglie di monaci autorevoli.

    Rientro in hotel in transfer privato e pernottamento.

  • Luoyang - Shanghai

    11° giorno (lunedì 12 settembre)  Prima colazione, transfer privato per la stazione ferroviaria e partenza in treno veloce al mattino per Shanghai, ultima tappa del tour. Trasferimento privato presso il vostro hotel 4* Holiday Inn o similare. Pranzo incluso. Shanghai上海, letteralmente significa sul mare, oltre il concetto di metropoli, che cattura l’essenza della nuova Cina. Iniziando dal Bund, la via più famosa, vi recherete poi a Pudong, a est del fiume Huangpu, la foresta di grattacieli nel distretto di Lujiazui, uno degli scorci da cartolina ultramoderna.

    Shanghai è divisa in due zone: Puxi e Pudong, ad ovest e ad est del fiume Huangpu. Nella pima si concentrano le attrazioni storiche, dove si trova il Bund 外滩, nella East Zhongshan N.1 Rd e le ex concessioni straniere. Il nome deriva da band, termine anglo-indiano che indica l’argine fangoso di un fiume, anticamente era un’area utilizzare per trasportare il riso nelle chiatte, per trasformarsi all’inizio del XX secolo in una schiera di palazzoni delle banche e delle società cinesi più potenti della città, la maggior parte dei quali sono in stile neoclassico e art déco, per nulla cinese, ma simbolo di Shanghai. Nella sponda opposta del fiume,  Pudong è il distretto finanziario, con il suo famosissimo skyline, in cui spicca la Jin Mao Tower (420,6 m con 88 piani), la torre della televisione di Shanghai chiamata Perla d’oriente (468 metri), lo Shanghai World Financial Center (492 m circa) terminato nel 2008 e ad oggi il sesto grattacielo più alto del mondo e la Shanghai Tower (632 m), iniziata nel 2008 e aperta al pubblico nel 2015, che è il secondo grattacielo più alto al mondo.

    Trasferimento privato in hotel e pernottamento.

  • Shanghai

    12° giorno (lunedì 13 settembre) Prima colazione e transfer privato per la prima tappa della giornata. Pranzo incluso.  In contrapposizione con il nuovo e con molta architettura francese, visiterete un sito in stile cinese, il Tempio del Buddha di Giada 玉佛禅寺. Fu edificato in epoca Qing (1875-1909) con la sua inestimabile collezione di statue in giada proveniente dalla Birmania. La costruzione del tempio è stata realizzata secondo l’imponente  stile architettonico della dinastia Song. Attualmente nel tempio vivono dei monaci ed ospita l’istituto buddhista di Shanghai.

    Trasferimento privato in hotel e pernottamento.

  • Shanghai

    13° giorno (lunedì 14 settembre) Prima colazione. Per concludere il tour, prima della partenza dalla megalopoli, trasferimento privato verso il Giardiano del Mandarino Yu 豫园, risalente alla dinastia Ming (1368-1644), costruito per volere della ricca famiglia dei Pan. Richiese 18 lunghi anni di lavoro, fu distrutto durante la Guerra dell’Oppio e, in seguito, dai francesi in segno di rappresaglia, ma alla fine fu salvato e ristrutturato, con i suoi pini di Luohan, i salici, i gingko biloba, i ciliegi e le metasequoie. Il giardino comprende numerosi ingressi, fontane e tradizionali edifici in stile Ming. Usciti dal giardino, ci sarà un pranzo inlcuso nella quota. In seguito farete una passeggiata lungo la strada antica di Shanghai老街, chiamata Middle Fangbang Rd., nel suo bazar con una scelta sterminata di negozietti dove poter prendere qualche souvenir e vedere oggetti stravaganti tra i profumi delle case da tè.

    Trasferimento privato in hotel per il ritiro dei bagagli e in tarda serata all’aeroporto.

  • Shanghai - Milano

    14° giorno (martedì 15 settembre) Volo di linea Air China no-stop da Shanghai a Pudong diretto a Milano Malpensa.

Patrizia Pegolotti
Patrizia Pegolotti

Area di esperienza:
Gruppi tutte le destinazioni
Destinazione preferita:
Giappone
Tipo di viaggio ideale:
Viaggio in compagnia per condividere con altri splendide esperienze
Viaggio perchè...
La memoria e l'esperienza di un viaggio condiviso con chi ami sono indelebili tutto il resto è caduco e il più delle volte superfluo.

Quota di partecipazione

2.590
  • SONO COMPRESI NELLA TARIFFA

    11 pernottamenti in camera doppia presso hotel indicati o similari, con colazione inclusa
    Holiday Inn Hotel 4*
    Deju Yuan Guest House
    Citadines Central Hotel 4*
    Peony Hotel 4*
    Holiday Inn Express Hotel 4*
    Passaggi aerei a/r in classe economica
    Transfers come indicato nell'itinerario
    4 Biglietti treno veloce in seconda classe
    Visite e ingressi
    8 Pranzi 4 Cene
    Tour leader Alidays
    Assicurazione medico/bagaglio
    Documentazione personalizzata e borsa viaggio

  • NON SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
    Visto
    Eventuali tasse d’imbarco in partenza
    Tasse doganali e parcheggi
    Pasti e bevande non indicati
    Early- late check in/out
    Mance Facchinaggi negli Hotel
    Quanto non indicato espressamente
    Eventuali tasse d’imbarco in partenza, tasse doganali e parcheggi
    Quota di Iscrizione
    Mance ed extra in genere

Quota di partecipazione

3.090
  • SONO COMPRESI NELLA TARIFFA

    11 pernottamenti in camera singola presso hotel indicati o similari, con colazione inclusa
    Holiday Inn Hotel 4*
    Deju Yuan Guest House
    Citadines Central Hotel 4*
    Peony Hotel 4*
    Holiday Inn Express Hotel 4*
    Passaggi aerei a/r in classe economica
    Transfers come indicato nell'itinerario
    4 Biglietti treno veloce in seconda classe
    Visite e ingressi
    8 Pranzi 4 Cene
    Tour leader Alidays
    Assicurazione medico/bagaglio
    Documentazione personalizzata e borsa viaggio

  • NON SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
    Visto
    Eventuali tasse d’imbarco in partenza
    Tasse doganali e parcheggi
    Pasti e bevande non indicati
    Early- late check in/out
    Mance Facchinaggi negli Hotel
    Quanto non indicato espressamente
    Eventuali tasse d’imbarco in partenza, tasse doganali e parcheggi
    Quota di Iscrizione
    Mance ed extra in genere

Itinerario in mappa