Un viaggio in bici organizzato, da Las Vegas alle Montagne Rocciose, per scoprire le strade panoramiche più affascinanti d’America, guidato dall’ex ciclista professionista Alessandro Vanotti

quota di partecipazione € 3.690 per persona (inizio tour 14 agosto 2018)

Parla con Alidays e riceverai, senza impegno alcuno, idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.

Chiamaci al +39 0287238400

Compilando il form potrai decidere quando farti ricontattare da Alidays: senza impegno alcuno, riceverai idee e suggestioni di viaggio, oltre all’indicazione di un esperto, selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio, con cui progettare la prossima vacanza.


Nome (campo obbligatorio)

Cognome (campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Giorno (campo obbligatorio)

Fascia di orario dalle (campo obbligatorio)

alle (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale


Compilando il form potrai prenotare, senza impegno alcuno e in base alla tua disponibilità, un appuntamento con un esperto selezionato tra i nostri partner presenti sul tuo territorio.

Luogo (campo obbligatorio)

Nome(campo obbligatorio)

Cognome(campo obbligatorio)

Email (campo obbligatorio)

Numero di telefono (campo obbligatorio)

Messaggio opzionale

Il Viaggio in bici organizzato negli Usa di Alidays è l’itinerario a tema sportivo perfetto per tutti gli appassionati di ciclismo e di bellissimi panorami. A fare da sfondo infatti ai numerosi bike tour compresi nel pacchetto di viaggio ciclismo sono alcuni dei paesaggi più affascinanti degli Stati Uniti d’America: il Grand Salt Lake dello Utah, il Parco Nazionale di Yellowstone e le Black Hills del South Dakota, con i monumenti di Monte Rushmore e Crazy Horse Memorial. Il Viaggio in bici organizzato negli Usa è pensato e condotto da una vera e propria guida d’eccezione: si tratta di Alessandro Vanotti, ex ciclista professionista e pioniere del cicloturismo.

viaggio in bici organizzato
Alessandro Vanotti

Alessandro Vanotti, nato a Bergamo nel 1980, si è fatto un nome nel ciclismo professionistico come gregario e stratega delle corse di campioni del calibro di Vincenzo Nibali, Danilo Di Luca, Ivan Basso e Fabio Aru. La sua carriera ciclistica, durata quasi 15 anni, gli ha permesso di sviluppare la sua abilità direttiva di gruppo, portando spesso il suo team alla vittoria finale: è successo per tre volte al Giro d’Italia (con Danilo Di Luca nel 2007, Ivan Basso nel 2010, con Vincenzo Nibali nel 2013); per una volta alla Vuelta (con Fabio Aru nel 2015); e infine anche al Tour de France (nel 2014, ancora con Nibali). Fra i più importanti conseguimenti della sua carriera di certo è l’aver partecipato per due edizioni ai Campionati del Mondo di Ciclismo su strada, a Firenze nel 2013 e a Baku nel 2015.

Questa infinita esperienza è servita a Vanotti per lanciare e successivamente sviluppare il progetto Vanotti Cycle Camp, che vede l’ex professionista (ritiratosi ufficialmente all’inizio del 2017) nella veste di istruttore per tutti coloro che vogliono approcciarsi al mondo del ciclismo. La sua infinita competenza valorizza il Viaggio in Bici organizzato negli Usa di Alidays, rendendolo l’esperienza perfetta per tutti gli appassionati di pedali e due ruote.

  • Viaggio nelle Rocky Mountains per ciclisti

    Guida: Alessandro Vanotti, ciclista professionista

    Lingua: italiano esclusivo

  • LAS VEGAS

    1° giorno (martedì 14 agosto) Arrivo individuale a Las Vegas trasferimento libero presso l’hotel. Sistemazione nelle camere e pernottamento.

  • LAS VEGAS - SALT LAKE CITY

    2° giorno (mercoledì 15 agosto) Bike test per tutti e partenza in direzione di Salt Lake City, nota a tutti come il “vaticano” dei Mormoni. La prima tappa del viaggio in bici organizzato negli Usa è Salt Lake City: una città relativamente piccola e gradevole, circondata da alcune interessanti attrazioni naturali e da una serie di edifici sacri davvero suggestivi.

    Previsto un bike tour lungo il Jordan River Parkway sino ad Antelope Island, una piccola penisola che si incunea nel Great Salt Lake. Antelope Island è sede di un Parco Nazionale che ospita la grande fauna delle Montagne Rocciose, inclusi i bisonti.

    Pernottamento presso Holiday Inn Express & Suites West Valley o similare.

  • SALT LAKE CITY - JACKSON (WYOMING)

    3° giorno (giovedì 16 agosto)  Si incrementa le performance: partenza in direzione di Jackson. La tranche risulta interessante e percorre la Great Salt Lake Legacy Parkway sino a Farmington. Si segue la interstate 15 per poi abbandonarne il tracciato e riprenderlo da Alpine in un paesaggio decisamente montano fiancheggiato da sporadici laghi. Arrivo nel pomeriggio a Jackson , capoluogo di contea, all’estremo sud del Parco Nazionale del Grand Teton. L’economia locale, un tempo incentrata sull’allevamento, oggi si basa sul turismo, in special modo quello invernale, grazie alle tre stazioni sciistiche situate nei dintorni. È considerata una popolare destinazione per i turisti che amano gli animali selvatici, come alci, cervi e molti altri animali che possono essere facilmente visti nella zona.

    Sistemazione presso hotel Togwotee Mountain Lodge o similare.

  • JACKSON (WYOMING) - YELLOWSTONE

    4° giorno (venerdì 17 agosto) Prima tappa di giornata è l’avvicinamento allo Yellowstone National Park da Jackson. Il percorso riserva alcuni meravigliosi panorami tipici delle Montagne Rocciose, con foreste di conifere avvinghiate ai pendii alpini che si alternano a piatte distese di prateria. Procedendo verso lo Yellowstone a sinistra si ammira il massiccio del Gran Teton con la peculiare forma aguzza e tripartita. All’ingresso di quello che è il più famoso Parco Nazionale d’America la fitta foresta porta lentamente alla scoperta del magnifico Lake Yellowstone che si profila lentamente alla destra della strada.
    Il parco è celebre per i numerosi geyser, le sorgenti calde ed altre interessanti zone geotermiche. I geyser sono più di 3000 e qui raggiungono la più alta densità al mondo, i più grandi emettono getti di vapore a intervalli regolari che arrivano fino a 50 metri. Le sorgenti calde sono ancora più numerose; l’acqua fuoriuscita da molte di queste è ricca di minerali che creano nei terreni attorno coni e terrazzi.

    Sistemazione presso hotel Best Western Weston Inn o similare.

  • YELLOWSTONE

    5° giorno (sabato 18 agosto) La giornata è interamente dedicata alla visita del parco: saranno sicuramente gli 80 chilometri più panoramici di tutto il viaggio. Con il van si raggiunge Old Faithful, il geyser più famoso del parco. Dopo aver osservato il regolare getto di acqua bollente si parte pe la seconda attrazione del parco, il Norris Geyser Basin, una zona di laghi di acqua acida celebre per le incredibili sfumature che questi bacini assumono (frutto della composizione mineraria delle falde acquifere). Il Norris Geyser Basin è costellato di sfiatatoi e fumarole, ma noi consigliamo la visita a due geyser specifici: l’Echinus Geyser, il più ampio geyser d’acqua acida del mondo che erutta a intervalli irregolari (dai 35 ai 75 minuti); e lo Steamboat, la fumarola con il getto registrato più alto del mondo, oltre i 90 metri. Le eruzioni sono imprevedibili.
    Le attrazioni della giornata non sono terminate e l’ultima tappa è un percorso che vi conduce all’interno di uno stretto canyon che precipita lungo la hwy 89 sino a Mammoth Hot Springs. Questa zona è famosa per le meravigliose terrazze naturali formate dall’acqua geotermica che scioglie il calcare delle rocce antistanti. La particolarità sta nel fatto che il minerale depositandosi sul fondo forma un sottile strato di travertino che, grazie all’azione dei batteri, assume colorazioni sorprendenti e spettacolari. La zona di Mammoth si divide in due parti distinte: la Lower Terraces Area si visita percorrendo un sentiero su passerelle sopraelevate, con diverse scalinate che raggiungono le varie terrazze. La più spettacolare è sicuramente la Palette Spring, dove si può ammirare un’intera area di rocce dai bellissimi colori. Vale la pena di salire fino in cima alla scalinata per ammirare un bel panorama ed avere un’idea della grandezza delle terrazze.

    Sistemazione presso Best Western by Mammoth Hot Springs o similare.

  • YELLOWSTONE - CODY

    6° giorno (domenica 19 agosto) Tappa relativamente semplice: rientrando su Lake Yellowstone la strada scende a valle tra foreste con un declivio lungo e dolce, fiancheggiando il Buffalo Bill Reservoir, l’ampio bacino formato dallo sbarramento del fiume Shoshone tramite l’omonima diga completata nel 1910. Lo sbarramento è stato dedicata nel 1946 a William “Buffalo Bill” Cody, che tanto contribuì allo sviluppo dell’area. A quell’epoca, il bacino e la diga contribuirono all’illusione di poter trasformare l’arida pianura del Bighorn Basin, coperta perlopiù da arbusti di “sagebrush”, in una zona agricola fertile e produttiva, ma il progetto, troppo visionario per l’epoca, venne rapidamente abbandonato.
    Si giunge a Cody e ci si rilassa cogliendo alcune piccole opportunità estive che questa cittadina di frontiera ha da offrire ai visitatori: un museo di tutto rispetto dedicato a Bufalo Bill, ai pionieri e ai nativi delle pianure (ingresso da regolare in loco), un landmark storico e una visita all’ hotel Irma, costruito dallo stesso personaggio e dedicato alla figlia: all’interno si trova il famoso bancone da saloon in ciliegio donato a Buffalo Bill dalla Regina Vittoria. Per coloro che vorranno fare un assaggio di vero folklore in puro stile western si può assistere ad un rodeo serale nell’arena della città (ingresso da regolare in loco).

    Pernottamento presso Best Western Sunset Inn o similare.

  • CODY - SHERIDAN

    7° giorno (lunedì 20 agosto) La tappa in mattinata prevede l’avvicinamento al rilievo del Bighorn Mountain. Una strada ripida conduce ai lussureggianti pascoli in quota. Una volta scollinato si inizia una discesa decisa verso la pianura sottostante.
    Arrivo a Sheridan nel pomeriggio in tempo utile per rilassarsi e visitare questa deliziosa cittadina del west, classico stereotipo dell’avamposto di frontiera con molti edifici di inizio novecento: assolutamente da non perdere una visita al Mint Bar, un locale stile saloon, e alla King’s Saddlery, vera mecca per gli appassionati di monta western dove si può acquistare dalla sella al rope, dallo sperone in argento al classico cappello in feltro Stetson. Da visitare anche il piccolo museo che raccoglie tutte le memorabilia di leggendari cowboys e rodei.

    Sistemazione presso l’hotel Best Western Sheridan Center o similare.

  • BSHERIDAN - DEADWOOD -
    SPEARFISH CANYON - CUSTER

    8° giorno (martedì 21 agosto) Trasferimenti autostradali in van, passando per l’incredibile Devils Tower. Il Presidente Roosevelt proclamò la Devils Tower National Monument, primo Monumento Nazionale degli Stati Uniti d’America nel 1906: il monolite roccioso che si erge maestoso sulle pianure del Nord Ovest del Wyoming è alta 206 metri. Si presenta come un cono con le pareti molto ripide. Molti se lo ricordano per via del film di Spielberg, “Incontri ravvicinati del terzo tipo”. Questo straordinario blocco si creò più o meno verso 60 milioni di anni fa per via del magma proveniente dalle profondità della terra e che si introdusse tra le rocce di origine sedimentaria poste in superficie, che colando scese lungo i pendii della Devil’s Tower creando le caratteristiche cromatiche della rocca tutt’ora esistenti, poi tramite l’erosione dei millenni si creò il monolite come lo conosciamo oggi.
    Si prosegue in direzione di Deadwood, una caratteristica cittadina del selvaggio West, dove tutto parla di partite di carte truccate e sparatorie! Popolata dai cercatori d’oro nella seconda metà dell’Ottocento è oggi un monumento storico nazionale. Qui si trova il famoso Saloon #10 dove Wild Bill Hickok, leggendario pistolero del vecchio west venne trucidato, ma anche il Midnight Star Saloon, di proprietà di Kevin Kostner, che nei vari piani accoglie gli abiti di scena della sue pellicole più famose (ricordiamo che le Black Hills sono state il set di “Balla coi Lupi), ma anche la tomba di Calamity Jane, la prima pistolero donna. Piacevole passeggiata lungo la Main Street, fiancheggiata da edifici che risalgono al periodo della corsa all’oro.
    Proseguimento in direzione di Spearfish Canyon, una delle strade panoramiche più interessanti all’interno delle Black Hills, peraltro set della scena finale di Balla coi Lupi. Si prosegue infine per Custer, considerata la “città madre” delle Black Hills del Sud Dakota e del Wyoming. Fondata nel 1875 come Stonewall (dal soprannome del generale confederato Stonewall Jackson), la città fu sede di uno dei più importanti accampamenti della Black Hills del Generale Brevet del Settimo Cavalleria di George Armstrong Custer nel 1874. Fu inoltre il luogo della prima scoperta dell’oro nelle Black Hills. Visita in serata al Custer State Park, il più grande parco statale e riserva naturale del South Dakota. Istituito nel 1920, si trova all’interno delle Black Hills, nella parte sud-orientale dello Stato e si estende su una superficie di oltre 71.000 ettari. Il parco ospita una mandria di 1500 bisonti, alci e cervi dalla coda bianca, capre di montagna, puma e asini selvatici, quest’ultimi diventati famosi tra i turisti in quanto si avvicinano senza paura alle auto per avere cibo. Il parco è famoso per i suoi paesaggi mozzafiato, le sue strade panoramiche (come la Needles Highway), e la possibilità di osservare da vicino le mandrie di bisonti e i cani della prateria.

    Sistemazione presso hotel Best Western Buffalo Ridge Inn o similare.

  • CUSTER - RAPID CITY

    9° giorno (mercoledì 22 agosto) La mattinata è dedicata alla visita al Crazy Horse Memorial, una scultura di 172 metri ancora incompleta che rappresenta il sakem (capo elettivo) dei Lakota Sioux in sella al proprio cavallo mentre indica con il dito l’orizzonte come a voler dire “le mie terre sono dove giacciono sepolti i miei morti”. Il percorso prosegue raggiungendo Mount Rushmore, una delle immagini più famose e fotografate degli Stati Uniti. Qui si possono ammirare i volti in pietra dei presidenti George Washington, Thomas Jefferson, Abraham Lincoln e Theodor Roosevelt, alti 18 metri e scolpiti in una parete di granito delle Black Hills. Proseguimento per Rapid City e dove si giungerà in serata.

    Pernottamento presso Alex Johnson Hotel o similare.

  • RAPID CITY - BADLANDS - HOT SPRINGS

    10° giorno (giovedì 23 agosto) Mattinata dedicata ad una visita al Journey Museum, una delle istallazioni più complete che illustrano le origini geologiche dell’area e la storia dei popoli che la abitano per poi proseguire per Wall Drug, originale Trading Post, punto di ristoro e sosta di antiche carovane, oggi fantasiosa e colorata attrazione turistica. Da qui si punta con decisione per la tappa odierna che attraverserà il Parco Nazionale delle Badlands.
    Il parco è una delle zone più ricche al mondo di depositi di fossili di epoca Oligocene: circa 35 milioni di anni fa queste zone erano una distesa di acqua salata trasformatasi poi in una palude. Qui si depositarono i resti di parecchi mammiferi preistorici, come tigri dai denti a sciabola, cavalli tridattili e minuscole creature simili a tartarughe. Con il passare del tempo la zona si inaridì e il lavoro dell’acqua e del vento hanno creato “buttes” taglienti, profondi canyon e pinnacoli di roccia cesellati, la pioggia e l’erosione hanno dato alla luce milioni di anni di sedimenti che dipingono questo paesaggio nelle praterie del South Dakota. I primi abitanti di queste zone, i Dakota Sioux definirono queste zone “Mako Sica” o “Terre cattive” e qui davano rifugio a cervi, mufloni e ad altri animali della prateria, al contrario dei primi cacciatori francesi che invece le definirono come terre ostili da attraversare come “l’inferno senza fuoco”. La giornata si completa con un passaggio nella riserva di Pine Ridge , istituzione che continua a lottare per l’istruzione delle nuove generazioni di Oglala Lakota.

    Arrivo in serata a Hot Springs, sistemazione presso hotel Baymont Inn o similare.

  • HOT SPRINGS - CHEYENNE

    11° giorno (venerdì 24 agosto) In mattinata visita all’incredibile Mammoth Site, uno scavo che ha fatto emergere ben 61 fossili di antichi animali che non fa che confermare che questo sito, nel South Dakota, sia il più grande museo e centro di ricerca di mammut del Pleistocene al mondo! Si lascia il South Dakota proseguendo verso Sud, attraverso le aride pianure dello stato per poi ultimare la tratta con i veicoli a disposizione del gruppo. Si arriva a Cheyenne, la capitale americana del rodeo più antico e celebrato, il Frontier Days, che ogni anno si svolge a luglio e che attira le migliori star della monta western sportiva.

    Pernottamento presso Hampton Inn Cheyenne o similare.

  • CHEYENNE - DENVER

    12° giorno (sabato 25 agosto) Rientro alla civiltà e termine del viaggio in bici organizzato a Denver che si raggiunge in tarda mattinata. Tempo libero a disposizione per rilassarsi, scoprire la città e salutare degnamente la Real America, il profondo west più vero e genuino sfondo per il questo raid ciclistico.

    Pernottamento presso Doubletree by Hilton Denver o similare.

  • DENVER

    13° giorno (domenica 26 agosto) Trasferimento libero all’aeroporto e partenza con vostro volo per l’Italia.

Patrizia Pegolotti
Patrizia Pegolotti

Area di esperienza:
Gruppi tutte le destinazioni
Destinazione preferita:
Giappone
Tipo di viaggio ideale:
Viaggio in compagnia per condividere con altri splendide esperienze
Viaggio perchè...
La memoria e l'esperienza di un viaggio condiviso con chi ami sono indelebili tutto il resto è caduco e il più delle volte superfluo.

Quota di partecipazione

3.690
  • SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
    12 pernottamenti in hotel 3*stelle
    8 Colazioni in hotel
    Tour leader/driver Alidays
    Esperto ciclismo Alessandro Vanotti
    Van e driver di supporto per trasporto biciclette
    Minivan 12 posti (spazio trasporto bagaglio ridotto: è consentito 1 solo bagaglio morbido compattabile – no rigide e no preformato)
    Ingressi ai parchi nazionali
    Ingresso Crazy Horse Memorial
    Assicurazione medico/bagaglio
    Documentazione personalizzata e borsa viaggio
  • NON SONO COMPRESI NELLA TARIFFA
    Passaggi aerei a/r in classe economica
    Noleggio bicicletta (Noleggio bici da strada standard 67 euro e demo bikes 116 euro al giorno, da moltiplicare per 13gg a cui aggiungere due giorni per drop-off obbligatorio)
    Tasse aeroportuali
    Eventuali tasse d’imbarco in partenza, tasse doganali e parcheggi
    Mance ed extra in genere

In collaborazione con:

Itinerario in mappa