La conformazione peninsulare del Qatar non costituisce soltanto la sua peculiarità territoriale, ma rappresenta anche una metafora del suo destino storico e culturale. Questo lembo di Penisola Arabica che si allunga nell’azzurro pallido del Golfo Persico è infatti proteso dal mondo della tradizione allo scenario globale della civiltà contemporanea, dando vita a un contrasto netto eppure armonico, simile a quello tra le dune del deserto e le acque del Khor Al Adaid, il mare interno. Da quando ha ottenuto l’indipendenza, nel 1971, il piccolo emirato si è evoluto profondamente e ha conseguito livelli di benessere e ricchezza tra i più alti del pianeta. Lo sviluppo, però, non ha cancellato la sua identità, sedimentatasi in secoli.

La capitale Doha unisce lo sfavillio avveniristico della Corniche ai profumi di spezie del vecchio Souq Waqif; i tipici dhow dei pescatori di perle ondeggiano nella baia davanti al Museo di Arte Islamica, magnifica rivisitazione dell’architettura moresca che ospita un’esposizione eccezionale di oltre 14 secoli di arte islamica. Il Qatar si è ormai affermato come una destinazione molto apprezzata a livello turistico, ideale per uno stopover che consenta di scoprirne, oltre al volto metropolitano, la magia dei suoi paesaggi, disegnati da teorie di dune dorate che nascondono oasi ombrose, fresche. Questo e molto altro è il Qatar. La penisola protesa tra due dimensioni della vita.

La lingua ufficiale del Qatar è l’arabo, ma l’inglese è diffusamente parlato.
La valuta del Qatar è il riyal (abbreviato con QR o QAR).
L’ora locale in Qatar è GMT/UCT + 3 ore. Non si applica l’ora legale.

Il Qatar ha un clima desertico, soleggiato tutto l’anno, con estati calde e inverni miti. Le temperature medie mensili vanno da 17°C in gennaio a 36°C a luglio, raggiungendo talvolta picchi oltre i 40°C duranti i mesi estivi. Le precipitazioni sono rare, in media 70 mm l’anno. Si manifestano principalmente con brevi acquazzoni tra ottobre e marzo e non rappresentano mai una minaccia per le attività all’aperto.

È indispensabile essere in possesso del passaporto con una validità residua di almeno sei mesi dalla data di arrivo nel Paese. Per i cittadini italiani è possibile ottenere il visto turistico (con validità massima di un mese) direttamente all’arrivo in aeroporto pagandolo esclusivamente con carta di credito VISA o Mastercard. I viaggiatori di cittadinanza non italiana devono rivolgersi all’Ambasciata del Qatar per verificare i requisiti di ingresso nel Paese. Per i passeggeri che desiderano visitare Doha e programmano un soggiorno inferiore alle 96 ore è possibile ottenere un visto di transito gratuito direttamente sul sito di Qatar Airways cliccando sul seguente link:

https://transitvisa.qatarairways.com/transitvisa/online/qrvisa/applyVisa/search
Per ottenere il visto è necessario processare la richiesta almeno con 10 giorni lavorativi di anticipo.

Per avere le ultime notizie sul contesto del Paese rimandiamo al sito Viaggiare Sicuri del ministero degli Esteri, per avere un rendiconto dettagliato della situazione generale del paese.

Consulta il sito Viaggiare Sicuri qui:

Viaggiare sicuri farnesina

Per i visitatori non sussistono rischi rilevanti per la salute e non sono necessarie vaccinazioni particolari.

Per maggiori informazioni riguardo alla situazione sanitaria del Qatar rimandiamo al sito istituzionale della World Health Organization, sempre aggiornata con informazioni mediche su ogni Stato.

Consulta il sito World Health Organization qui:

Scopri tutte le proposte di viaggio Alidays per il Qatar

DIVENTA UN ESPERTO DEL QATAR! ISCRIVITI SUBITO AL PROGRAMMA DI FORMAZIONE

Vuoi scoprire di più sul Qatar? Leggi gli articoli di Fluidblog by Alidays dedicati a questa destinazione

Scopri di più sul Qatar

In collaborazione con