Ecuador

Idee di Viaggio

Arroccato sulle Ande, il piccolo Ecuador è un paese che nasconde immensi tesori naturali e culturali: Foreste pluviali, vulcani, città coloniali e pre-coloniali.

La capitale, la pittoresca Quito, sorge a ben 2850 metri di altitudine, nella cornice delle magnifiche montagne.

Guayaquil è il porto commerciale e centro economico del paese, si presenta come una città cosmopolita e una vivace offerta culturale.

Le numerose comunità indigene che con fierezza tengono vive le proprie tradizioni vi faranno vivere appieno l’anima ecuadoregna.

Messo a confronto con i paesi “giganti” del Sudamerica l’Ecuador sembra molto piccolo, il più piccolo Stato situato sull’aspro altopiano andino. La posizione geografica a cavallo dell’Equatore le da il nome ed è un gioiello che, in pochi chilometri accoglie molteplici e inaspettati aspetti ed è considerato un laboratorio naturale per le risorse naturali ed una gran varietà di ecosistemi che spaziano dai paesaggi vulcanici, alla fitta foresta pluviale, dalle isole Galapagos da cui origina la teoria darwiniana alle risaie a terrazza ed alle ampie terme a cielo aperto. Senza contare le suggestioni e le esperienze che vi si vivono, in presenza di numerose comunità indigene, tenaci e fiere delle proprie tradizioni.

L’unità monetaria è il Sucre, con un cambio che oscilla sui 30 sucres per 1 euro ma la valuta ufficiale è il dollaro americano (USD). Le carte di credito sono riconosciute solo nelle città principali. Le banche rimangono aperte dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.30. La lingua ufficiale è lo spagnolo. L’inglese è diffusamente parlato negli hotel e nei luoghi d’interesse turistico.

REQUISITI DI INGRESSO ECUADOR E GALAPAGOS

Per entrare in Ecuador occorre presentare:
– certificazione comprovante il completamento del ciclo vaccinale, con seconda dose da almeno 14 giorni
– in alternativa copia di un PCR TEST, effettuato non più di 72 h antecedenti all’imbarco sul volo con destinazione Ecuador (test antigenici non ammessi)
– dichiarazione giurata obbligatoria Digital Traveler’s Health Declaration al seguente link
fbclid=IwAR1mcpmtcI2UM0XumvL4sOE1PWZrAV11HbovLnP95uJ9xgO5DhK2_QpBpA4

oppure , in caso di impossibilità ad un documento digitale , si può stampare e compilare il modulo da portare con sé: https://bit.ly/3fvCVD7?fbclid=IwAR1mcpmtcI2UM0XumvL4sOE1PWZrAV11HbovLnP95uJ9xgO5DhK2_QpBpA4
Bambini Esentati da vaccino e test solo fino a due anni.

DURANTE IL SOGGIORNO

Per l’ingresso alle Isole Galapagos, tutti i visitatori dovranno possedere almeno uno dei requisiti previamente indicati.
Nel caso si decida di presentare il risultato negativo di una prova RT-PCR, essa dovrà essere realizzata non prima di 72 (settantadue) ore dall’imbarco per le Isole. Inoltre, sia i turisti nazionali che stranieri dovranno presentare la “Tarjeta de control de tránsito”, emessa dal “Consejo de Gobierno de Régimen Especial” delle Isole Galapagos.
Per maggiori informazioni visitare il sito del Ministero del Turismo dell’Ecuador: https://www.turismo.gob.ec/requisitos-de-ingreso-al-ecuador-continental-e-islas-galapagos/ 

AL RIENTRO IN ITALIA

A partire dal 01 marzo 2022 non sarà più necessario sottoporsi al tampone di controllo per il rientro in Italia purché la persona sia completamente vaccinata e munita di Green Pass da esibire alla compagnia aerea prima del check-in.
E’ obbligatorio compilare il modulo dPLF Digital Passenger Locator Form scaricabile in questo link: https://app.euplf.eu/#/ Una volta compilato ed inviato il modulo, il passeggero riceverà al proprio indirizzo e-mail, il dPLF in formato pdf e il QRcode che dovrà presentare alla compagnia aerea al momento del check-in.

VOLI CON SCALO

Nel caso il volo non fosse diretto, ma con scalo/transito in un altro Paese si prega di consultare il sito: https://www.viaggiaresicuri.it/ per aggiornamenti relativi alla documentazione di viaggio anche per i soli transiti. In alcuni casi è necessario compilare on line un formulario.

IN EVIDENZA

A seguito delle continue variazioni delle normative che regolano gli spostamenti tra i paesi e le regioni, è fondamentale che i passeggeri, prima della partenza, consultino i seguenti siti:

https://www.viaggiaresicuri.it/ 

https://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio 

https://reopen.europa.eu/it/ 
E’ altresì importante verificare sui siti ufficiali delle singole strutture, nonché sui siti istituzionali di regioni e Paesi di destinazione, le misure di contenimento e di protezione anti Covid-19.
Le regole di ingresso dei vari paesi potrebbero variare per cittadini di nazionalità diversa da quella italiana. In questo caso è necessario rivolgersi alla propria ambasciata.

Il clima varia da zona a zona: è tropicale nelle zone costiere, sub-tropicale in quelle collinari, temperato con notti molto fredde in montagna. Quito gode tutto l’anno di un clima primaverile con frequenti piogge tra novembre e febbraio. Il clima delle Isole Galapagos è di tipo tropicale ed è fortemente influenzato dalle tre correnti marine che passano per queste isole. La temperatura media annuale è di 24ºC. Suggeriamo un abbigliamento comodo ed informale, leggero e rigorosamente di cotone per le zone tropicali.

DOCUMENTI E VISTI

Occorre essere in possesso del passaporto con una validità non inferiore ai 6 mesi. Per l’ingresso in Ecuador il visto non è richiesto . Le normative di ingresso o transito posso variare in qualsiasi momento e senza preavviso, suggeriamo sempre di controllare con le ambasciate dei singoli Stati e il sito www.viaggiaresicuri.it per eventuali aggiornamenti.

Strutture sanitarie: l’assistenza sanitaria pubblica non è affidabile; esistono buone strutture private nelle principali città turistiche (Quito, Cuenca e Guayaquil).
Malattie presenti: le principali malattie endemiche sono: colera, epatite, amebiasi, malaria, tifo, difterite, leptospirosi, rabbia. In tutta la fascia costiera vi è la possibilità di contrarre il dengue classico ed il dengue emorragico. Si raccomanda pertanto di adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive del caso. Si consiglia, previo parere medico, la vaccinazione contro l’epatite A e B e l’antitifica. Per escursioni nella parte orientale del Paese e nella foresta amazzonica è obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla. Si segnala inoltre la presenza della epidemia della chikunguña. La chikunguña si trasmette attraverso la puntura di una zanzara conosciuta con il nome scientifico di Aedes aegypti e di Aedes albopictus diffusa ormai in tutta l’America Latina ed in Ecuador specialmente nelle regioni costiere e amazzoniche. Questa zanzara, di origine africana, è anche vettore di altre malattie come la febbre gialla e il dengue. La chikunguna normalmente si manifesta con febbre alta e forti dolori alle articolazioni e principalmente alle mani e ai piedi. Si raccomanda pertanto al sorgere dei primi sintomi di rivolgersi al più vicino posto di salute o ospedale. Poichè la situazione sanitaria del paese è in continua evoluzione si raccomanda di consultare il sito http://www.who.int/countries/en/ e il sito della Farnesina. L’obbligo di vaccinazione se non vigente al momento della stesura del preventivo, potrà essere introdotto, anche successivamente alla conferma e in qualsiasi momento, senza preavviso.
Avvertenze: Da febbraio 2018 sarà obbligatorio esibire, in arrivo al primo controllo passaporti di arrivo in Ecuador (o ogni qualvolta le autorità competenti dovessero richiederla) la copia della polizza assicurativa medica stipulata prima di partire. La nuova norma non riporta un importo minimo di copertura della polizza.

Per maggiori informazioni riguardo alla situazione sanitaria del Ecuador rimandiamo al sito istituzionale della World Health Organization, sempre aggiornata con informazioni mediche su ogni Stato.

Consulta i siti qui:

Viaggiare Sicuri Farnesina

English EN Italian IT