Tokyo & Nuova Caledonia

15 giorni / 12 notti

Dal Giappone verso isole e spiagge della Nuova Caledonia Saranno lontani i rumori ed il caos che affolla le grandi arterie cittadine di Tokyo, tra spiagge ed isole della Nuova Caledonia regna la quiete assoluta. Ma per godere di questa prima si passerà  dai clamori metropolitani della capitale del Giappone per poi scivolare dolcemente lungo le sabbie di Ouvéa e l’Isola dei Pini. Paradisi perduti di natura rara e pura che nasce incolta nel cuore di terre bagnate da acque terse e cristalline.


3.000 € Scopri di più

Tour della Nuova Caledonia

11 giorni / 10 notti

Tour isole della Nuova Caledonia, da Noumea a Ouvea, Lifou, Maré e Isola dei Pini Una vacanza alla scoperta della Nuova Caledonia e delle sue meravigliose isole. Questo incantevole arcipelago dell’Oceano Pacifico è una meta rinomata per il turismo e per gli amanti di spiagge e mare tropicale. Invidiabile e affascinante è la grande laguna, formata da una lunga barriera corallina, dove le acque sono calme e dove poter praticare snorkeling fra le incredibili specie marine. Ma il Tour isole della Nuova Caledonia ti permetterà, pur conservando un po’ di tempo da dedicare a mare e tintarella, di apprezzare appieno le altre isole che formano l’arcipelago: Ouvea, Lifou, Maré e la splendida Isola dei Pini (Île des Pins), dove incontrare la profonda e interessantissima cultura locale, ammirare gli sbalorditivi panorami naturali e godere della splendida ospitalità della Nuova Caledonia. Dopo la visita di Noumea, capitale dell’arcipelago, il Tour isole della Nuova Caledonia ci conduce a Ouvea, un meraviglioso atollo corallino famoso per le sue spiagge bianchissime, la più lunga delle quali è di addirittura 25 chilometri. L’isola è un paradiso perfetto per rilassarsi e godere del mare calmo e tropicale della zona, per esplorare la natura dell’arcipelago e per imparare qualcosa sulla cultura locale, quella Kanak. Tappa successiva del Tour isole della Nuova Caledonia è Lifou, un “atollo rialzato”: completamente diverso da Ouvea, si tratta di un’isola basaltica, con alture e scogliere che modellano la costa. Il punto forte di Lifou è proprio la sua natura, con panorami affascinanti, reef corallini popolati di specie marine e intricate foreste tropicali. Oltre alle bellissime falesie, una visita caldamente raccomandata è quella alle piantagioni di vaniglia, una delle culture più apprezzate dell’isola. Ancora più selvaggia, incontaminata e autentica è Maré, terza tappa del Tour isole della Nuova Caledonia. Quasi non sembra nemmeno un’isola polinesiana, con la sua forma rialzata e le alte scogliere. Piccole calette di sabbia si aprono tra rocce coperte da una densa vegetazione subtropicale, un vero paradiso inesplorato. La ricchezza di Maré sta nella sua frutta, un vero tesoro di gusto e freschezza, nel novero della quale è assolutamente da citare l’avocado. La più bella delle isole della Nuova Caledonia è la Île des Pins, l’Isola dei Pini, famosa per la sua bellissima laguna e per le incredibili e altissime conifere da cui prende il nome. sono senza dubbio le baie la parte più nota e apprezzata dell’isola. Queste offrono immense spiagge di sabbia bianca purissima, fine come la farina, come nel caso di Kuto. Camminarci a piedi scalzi sarà senza dubbio un’esperienza indimenticabile. Inoltre, le acque cristalline ed estremamente trasparenti permetteranno di ammirare la straordinaria flora e fauna sottomarina, come nel caso della vicina baia di Kanumera.


2.450 € Scopri di più

Nuova Caledonia, selfdrive e diving

16 giorni / 13 notti

immersioni ed escursioni in fly&drive Dai più esperti ai principianti che si stanno approcciando a questo sport, la Nuova Caledonia ha un’offerta incredibilmente varia per quanto riguarda il mondo della subacquea. Noumea e le sue isole negli ultimi anni sono diventate un punto fisso e un must-to-see per gli appassionati di diving, soprattutto grazie alla meravigliosa Laguna della Nuova Caledonia. Questa spettacolare barriera corallina, Patrimonio UNESCO dal 2008, è veramente un tesoro di biodiversità marina grazie al sorprendente numero di specie bentoniche endemiche. Inoltre la sua laguna è meta di nidificazione di molte specie pelagiche, quali squali, razze, tartarughe verdi (Chelonia Mydas) e la specie a rischio di dugongo. Sono numerosissimi i siti d’immersioni da sperimentare all’interno e al limitare della laguna, dove il reef si innalza dalla piattaforma oceanica (posta a circa 300 metri di profondità). La barriera corallina forma la laguna, che con i suoi 240 chilometri quadrati è la più grande del mondo. Al suo interno il fondale non supera mai i 25 metri di profondità ed è sabbioso con grossi pinnacoli di variopinto corallo, abitati da numerose specie di pesci tropicali; proprio per questo l’interno della laguna è il luogo migliore per i principianti subacquei, mentre i passaggi verso il mare aperto e le pareti oceaniche sono i punti d’immersione preferiti dai più esperti. Celebre sito d’immersione per i più esperti è la pass di Dumbea. Come in tutti gli atolli circondati da barriera corallina, le pass permettono all'acqua di mare (pulita) di scambiarsi con l’acqua all’interno della laguna (piena di sostanze nutritive). Sono per questo spesso frequentate da banchi di pesci e predatori. Quella di Dumbea (profondità massima 25 metri) non è dissimile, con gruppi di squali grigi pinna nera che si trova stanziale in questa zona, ed è una delle migliori dove incontrare pesce pelagico. Fra gli altri siti sicuramente da citare è il reef di Amedee Island: fondali non troppo profondi e correnti inesistenti faranno le gioie dei principianti, il vicino relitto di Dieppoise stuzzicherà i più esperti, mentre tutti apprezzeranno i colori brillanti e i coralli che rendono questa zona variopinta come un acquario.


4.287 € Scopri di più