Los Angeles e il South West

Dall'Oceano Pacifico a Dallas, un on the road attraverso California, Nevada, Arizona, New Mexico e Texas

Addentrandosi dalla costa californiana verso il South West, si scoprono paesaggi naturali vergini e maestosi, polverose cittadine della vecchia frontiera, pueblo nativi e centri coloniali spagnoli, ambientazioni dei film in cui s’è cementato l’epica americana, città dalla vitalità culturale sorprendente, in un viaggio negli Stati Uniti che pervengono allo status di mito.

Seconda metropoli degli USA dopo New York, a Los Angeles, il cui nome tradisce la fondazione iberica (1781), s’incontrano Hollywood, la capitale mondiale del cinema, Beverly Hills, con le dimore da sogno dei V.I.P., lo storico Osservatorio Griffith, gioiello art dèco del 1935 dal quale si gode una vista magnifica sulla città, Sunset Boulevard, la strada degli studi Sunset Sound e United Western, il Disneyland di Anaheim, primo parco tematico della storia.

La vicina Santa Monica, sull’Oceano, offre il famoso Pier sull’Oceano, dove termina la Route 66, che s’imboccherà più tardi, in Arizona. Per ora, infatti, l’itinerario prosegue lungo il tratto litoraneo, fino a Santa Barbara, una città-giardino, a misura d’uomo, adagiata alle propaggini dei monti Santa Ynez, sulla cosiddetta American Riviera: il nucleo storico conserva un reticolo di calli e piazzette, la splendida Missione francescana, inaugurata il 4 dicembre 1786 (giorno della martire patrona di artiglieri e artificieri), l’imponente County Courthouse, completata nel 1929 secondo uno stile neocoloniale spagnolo dalle voluttuosità messicane.

Spingendosi verso l’interno, si arriva al Sequoia National Park, contiguo al Kings Canyon, col quale compone una Biosfera UNESCO: nell’area protetta sono inclusi il  Monte Whitney (4421 metri), il tetto degli Stati Uniti contigui, e la sequoia Generale Sherman, che nei suoi circa 2500 anni ha raggiunto una statura di quasi 84 metri, l’essere vivente più grande del pianeta.

La tappa successiva dischiude un ecosistema completamente differente, aridissima, inospitale. Eccoci nel Death Valley National Park, un vero concentrato di primati, risultando il più esteso a livello continentale, il più caldo e il più basso. Si tratta di una depressione (Badwater, bacino di sale a -86 metri popolato da crostacei di ignota provenienza, è il punto più profondo degli States) lunga 225 km e larga circa 40, un tempo occupata da un mare evaporato, il cui nome sinistro è emblematico di un ambiente antitetico alla vita, rugoso, assetato, inciso da calanchi, come a Zabriskie Point, e coronato da picchi vulcanici che superano i 3000 metri.

Da qui è breve il passo a Las Vegas, la Sin City del Nevada, insonne, folle, kitsch, inebriante, unica e inimitabile, simile a un fiore luminescente nel deserto.

Alla tappa successiva, il percorso tocca un’altra icona americana, il Grand Canyon, incluso in un National Park visitato da circa 5,5 milioni di persone all’anno, una fenditura dall’aspetto apocalittico, lunga circa 450 km, larga, variabilmente, tra i 500 metri e i 29 km, che sfiora, in profondità, i 1900 metri.

Poco più a Sud-Est, Flagstaff è un importante snodo lungo la Route 66 (della quale, d’ora in poi, si può seguire il tracciato): posta ad oltre 2100 metri, essa si fregia del  Lowell Observatory, inserito dal Time nella lista dei 100 luoghi più importanti al mondo, avendo scritto episodi cruciali nella storia della scienza contemporanea, su tutti la scoperta del pianeta nano Plutone (allora considerato un “pianeta” a tutti gli effetti), osservatovi per la prima volta nel 1930. Non distante da Flagstaff, merita una sosta Meteor Crater, immensa voragine formata 50.000 anni fa da un meteorite che esercitò una forza di impatto pari a quella di 600 bombe atomiche.

Entrati in New Mexico, da Gallup, già set di numerose pellicole western, la Route 66 si dirige verso il Continental Divide, lo spartiacque del Nord America, a 2200 metri di quota, e poi a Santa Fe, capitale dello Stato, con le sue deliziose architetture in adobe, le chiese di origine francescana, gli edifici risalenti al tempo del Vicereame, i ristorantini tipici, le gallerie e le esposizioni d’arte, su tutti il Georgia O’Keeffe Museum, dedicato alla nota pittrice che qui trascorse molti anni.

Amarillo, il capoluogo del Panhandle texano, vanta il celebre Cadillac Ranch, installazione monumentale ideata negli anni ’70 da Chip Lord, Hudson Marquez e Doug Michelsdal, esponenti del movimento Ant Farm, una sorta di Stonehenge dell’età industriale, composta da 10 carcasse di Cadillac rottamate, completamente ricoperte di graffiti, in fila secondo l’evoluzione dei modelli dal 1949 al 1963.

Chiude Dallas, tra le città più dinamiche degli Stati Uniti, interessata da un fervido processo di gentrification, che esprime pregevolissime istituzioni culturali, su tutti l’Arts District, il principale quartiere museale e ricreativo d’America.

Tutto ciò, e molto altro, regala un tour negli USA del South West.

SCARICA IL PDF

DURATA

18 Giorni / 16 Notti

PREZZO

A partire da euro 2.830 per persona

CATEGORIE

Arte ed Archeologia
City Life
On The Road

A partire da euro 2.830 per persona

INCLUSO

ESCLUSO

  • Voli intercontinentali

  • Tasse aeroportuali

  •  Noleggio auto (dal terzo giorno)

  • Pernottamento nelle strutture indicate

  • Quote di gestione pratica

  • Assistenza Alidays 24 h 24 e 7 giorni 7


  • Extra e mance in generale

  • Tutto quanto non espressamente indicato


ITINERARIO DI VIAGGIO

18 giorni /16 notti

1

LOS ANGELES


Hotel: Angeleno

Durata: 2 notti
Camera Standard (solo pernottamento)

2

SANTA BARBARA


Hotel: Best Western Plus Pepper Tree Inn

Durata: 1 notte
Camera Standard (solo pernottamento)

3

SEQUOIA NATIONAL PARK


Hotel: Comfort Inn & Suites Sequoia Kings Canyon

Durata: 1 notte
Camera Standard (prima colazione)

4

DEATH VALLEY NATIONAL PARK


Hotel: Stovepipe Wells Village

Durata: 1 notte
Camera Standard (solo pernottamento)

5

LAS VEGAS


Hotel: Excalibur Hotel And Casino

Durata: 2 notti
Camera Standard (solo pernottamento)

6

GRAND CANYON


Hotel: Holiday Inn Express Hotel & Suite Grand Canyon

Durata: 2 notti
Camera Standard (prima colazione)

7

FLAGSTAFF


Hotel: Best Western Pony Soldier

Durata: 1 notte
Camera Standard (prima colazione)

8

GALLUP


Hotel: Fairfield Inn & Suites By Marriott Gallup

Durata: 1 notte
Camera Standard (prima colazione)

9

SANTA FE


Hotel: Quality Inn Santa Fe

Durata: 2 notti
Camera Standard (prima colazione)

10

AMARILLO


Hotel: Comfort Inn & Suites

Durata: 1 notte
Camera Standard (prima colazione)

11

DALLAS


Hotel: Best Western Market Center

Durata: 2 notti
Camera Standard (prima colazione)

IL NOSTRO ESPERTO

Giuseppe Gerevini

Esperto Canada - U.S.A.

PAESI VISITATI NELLA TUA DESTINAZIONE Tutti, in diversi anni. Il mio primo viaggio negli USA l’ho fatto nel 1984, a Los Angeles. L’impatto è stato strepitoso, un innamoramento a prima vista. Mi sembrava di vivere costantemente dentro un film. Era l’anno delle Olimpiadi, quelle storiche in cui ci fu il boicottaggio dell’ex Unione Sovietica. Vi rimasi quasi 3 mesi, durante i quali ho visitato gran parte della California, Arizona e Nevada. In seguito sono tornato negli USA a più riprese, sia per piacere che per lavoro, coprendo praticamente quasi tutti gli Stati. Più recentemente ho iniziato a esplorare in varie occasioni anche il Canada, innamorandomi della sua natura maestosa.

IL PAESE PREFERITO NELLA TUA DESTINAZIONE

Indicherei delle città. Negli U.S.A. San Francisco e Los Angeles, sulla West Coast, New York e Boston sulla East. Come dire le due anime dell’America. In Canada Montrèal e Quèbec City, nella zona orientale, più europea e francofona, e Vancouver, deliziosa metropoli giardino affacciata sul Pacifico. IL VIAGGIO CHE TI È RIMASTO NEL CUORE Hawaii, estate 2015. Era una vita che progettavo questo viaggio e non ha deluso le mie aspettative. Ciò che più mi ha colpito è stato il contrasto tra la conformazione vulcanica delle isole e la lussureggiante vegetazione tropicale che le ammanta, rendendole simili a dei paradisi ancestrali. UN RICORDO E UN ANEDDOTO LEGATO ALLA TUA DESTINAZIONE Vorrei citarne due. L’emozione di osservare le balene a pochi metri di distanza, al largo della costa di Tofino, su Vancouver Island, nella British Columbia canadese. E poi l’incontro causale avvenuto con un Sioux Lakota nella piana di Pine Ridge, in South Dakota. Stavo visitando il luogo sacro di Wounded Knee, dove avvenne un terribile massacro perpetrato nel 1890 dall’esercito statunitense, raccontato dal noto saggio storico di Dee Brown: il ragazzo si è offerto di raccontarmi alcuni aneddoti appresi dai suoi nonni sulla vicenda, storie tramandate di generazione in generazione perché non svanisse il ricordo di un periodo oscuro della storia americana. LE TUE PASSIONI DI VIAGGIO Sono da sempre appassionato di cinema e durante i miei viaggi negli Stati Uniti vado spesso alla ricerca delle locations dei miei film preferiti.

IN COLLABORAZIONE CON

SCOPRI ALTRI VIAGGI