REQUISITI DI INGRESSO CAMBOGIA

Via aerea
Non vi sono particolari misure restrittive legate al Covid per l’ingresso nel Paese per via aerea, non è necessario quindi essere vaccinati.  I passeggeri possono inoltre essere soggetti a controlli sanitari e in caso di sintomi sottoposti ad ulteriori controlli e/o quarantena.

Per i voli diretti in Cambogia che prevedono scali è sempre opportuno verificare previamente i requisiti di ingresso/transito dei vari Paesi interessati. Si raccomanda di rivolgersi alla propria compagnia aerea per informazioni sullo stato del proprio volo e per l’eventuale individuazione di rotte alternative in caso di cancellazioni.

Via terra
Le frontiere via terra e via aerea con Thailandia e Vietnam sono aperte, mentre restano al momento chiuse quelle con il Laos.  All’entrata in Cambogia via terra potrà essere richiesta prova di avvenuta vaccinazione. I viaggiatori possono essere soggetti a controlli sanitari e/o a quarantena in caso di sintomi.

Visto d’Ingresso
Passaporto: necessario con validità residua di almeno sei mesi dalla data d’ingresso nel Paese.

Visto d’ingresso: è necessario il visto d’ingresso che viene rilasciato dalle Rappresentanze diplomatico-consolari cambogiane all’estero o che può essere ottenuto, per brevi soggiorni turistici, anche alle frontiere terrestri o all’arrivo presso gli aeroporti internazionali. Il costo del visto turistico (Type “T”) è di circa 30 dollari americani (35 dollari americani in alcuni valichi di frontiera terrestre), dura 30 giorni ed è rinnovabile solamente per un altro mese.

Oltre che in frontiera, il visto turistico puo’ essere richiesto prima della partenza con la procedura on-line. Il sito per richiedere l’E-visa e’ il seguente: www.evisa.gov.kh
Per la procedura dell’E-Visa viene richiesta la scansione del passaporto e di una fototessera (su sfondo bianco), mentre il pagamento viene effettuato tramite carta di credito. La procedura richiede circa tre giorni. Sul sito www.evisa.gov.kh/evisatracking/VisaTracking.aspx e’ possibile verificare la validità dell’e-visa rilasciato.

AL RIENTRO IN ITALIA 

A partire dal 1° marzo 2022 non sarà più necessario sottoporsi al tampone di controllo per il rientro in Italia purché la persona sia completamente vaccinata e munita di Green Pass da esibire alla compagnia aerea prima del check-in. 
Per coloro che non sono vaccinati rimane obbligatorio per rientrare in Italia un test molecolare da effettuare 48 ore prima della partenza o un test antigenico da effettuare entro le 24 ore prima della partenza.

Dal 1° maggio non è più obbligatorio compilare il modulo dPLF Digital Passenger Locator Form.



VOLI CON SCALO

Nel caso il volo non fosse diretto, ma con scalo/transito in un altro Paese si prega di consultare il sito: https://www.viaggiaresicuri.it/ per aggiornamenti relativi alla documentazione di viaggio anche per i soli transiti. In alcuni casi è necessario compilare on line un formulario.


IN EVIDENZA

A seguito delle continue variazioni delle normative che regolano gli spostamenti tra i paesi e le regioni, è fondamentale che i passeggeri, prima della partenza, consultino i seguenti siti:

https://www.viaggiaresicuri.it/
https://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio
https://reopen.europa.eu/it/

E’ altresì importante verificare sui siti ufficiali delle singole strutture, nonché sui siti istituzionali di regioni e Paesi di destinazione, le misure di contenimento e di protezione anti Covid-19. 

Le regole di ingresso dei vari paesi potrebbero variare per cittadini di nazionalità diversa da quella italiana. In questo caso è necessario rivolgersi alla propria ambasciata.