Polinesia Francese

Idee di Viaggio

21 Giorni /
 18 Notti |
6.700 €
Cile e Polinesia: da paesaggi estremi a spiagge incantevoli Una combinazione perfetta di paesaggi: le sbalorditive scenografie naturali…
Precedente
Successivo

Un viaggio in Polinesia è, nei sogni di tutti,  in un mondo distante e ancora immacolato, con spiagge bianche candide, lagune limpide e cristalline, selve di palme, una popolazione accogliente e gli incredibili colori assunti dal cielo negli strepitosi tramonti del Pacifico.

Ovviamente la Polinesia è anche questo ma non solo.

E’ la meta per tutte le tipologie di viaggio: siano essi novelli sposi, che apprezzando le sue isole per l’incredibile intimità, famiglie, alla ricerca di  tranquillità e divertimento oppure amanti delle attività all’aperto, esplorando l’entroterra o facendo snorkeling.

Senza mai negarsi all’incontro con i locali.

Insomma, delle vacanze in Polinesia racchiudono un mondo di opportunità.

Polinesia Francese

Nome ufficiale: Polinesia Francese (Polynésie française in francese, Pōrīnetia Farāni in tahitiano)

Lingue: le lingue ufficiali sono il francese e il tahitiano

Capoluogo: Papeete (26 mila abitanti ca)

Superficie:4.167 kmq

Popolazione: 260 mila ab. circa

Isole principali: Tahiti (186 mila ab. ca), Moorea (17 mila ab. ca), Raiatea (12 mila ab. ca), Bora Bora (9600 ab. ca).

Tahiti: l’isola principale delle Isole della Società, dove si trova il capoluogo amministrativo, Papeete. Tahiti è il luogo ideale per scoprire la culture dell’arcipelago polinesiano. Arte, artigianato, i dipinti di Gauguin, i prodotti tipici: si trovano tutti a Tahiti.

Bora Bora: probabilmente l’isola più famosa della Polinesia, Bora Bora è ritenuta una delle migliori destinazioni di vacanza del mondo. L’ampia laguna, delimitata dai banchi di sabbia chiamati “motu”, è semplicemente magnifica. L’entroterra con il monte Otemanu è verdeggiate e lussureggiante, meta di entusiasmanti escursioni.

Moorea: una vera e propria isola giardino, con una vegetazione rigogliosa che ricopre i versanti della sue alture. Inoltre Moorea è famosa come meta per incontrare i cetacei, dai delfini del Dolphin Center alle megattere che passano nei pressi dell’isola durante la stagione delle migrazioni.

Taha’a: conosciuta al mondo come “l’isola della vaniglia”, Taha’a produce oltre l’80% della pregiata spezia dolce della Polinesia. Scoprire i segreti della deliziosa vaniglia può essere un golosissimo passatempo.

Rangiroa: si tratta del più grande atollo della Polinesia, con oltre 240 motu che delimitano l’impressionante laguna. Rangiroa è celebrata come destinazione per chi adora il mare e le attività ad esse collegate, come immersioni, snorkeling o il semplice poltrire in acqua.

Raiatea: culla della cultura polinesiana, Raiatea, oltre agli spettacolari panorami tipici dell’arcipelago delle Isole della Società, è famosa per essere “l’isola Sacra” e conserva incredibili resti archeologici, quali antichi marae (recinti sacri), statue e pietroglifi.

La valuta della Polinesia Francese è il Franco della Polinesia Francese (XPF)

La Polinesia segue tre distinti fusi orari:
Hawaii-Aleutian Standard Time (HST) -10 ore dall’UTC/GMT, -11 ore dall’Italia
Isole Marshall -9:30 ore dall’UTC/GMT, -10:30 ore dall’Italia
Alaska Standard Time (AKST) – 9 ore dall’UTC/GMT, -10 ore dall’Italia

Clima tropicale molto soleggiato. La temperatura sempre piacevole è rinfrescata dai venti Alisei. La temperatura media diurna è attorno ai 27° mentre l’acqua all’interno delle lagune è sempre attorno ai 26° Il periodo tra novembre e aprile è più umido e soggetto ad acquazzoni.

Passaporto: necessario, con validità di almeno 6 mesi dalla data di rientro. Poiché nella maggior parte dei casi l’ingresso in Polinesia francese avviene transitando dagli Stati Uniti, consultare anche la Scheda Stati Uniti).
Dopo gli avvenimenti dell’11 settembre 2001, vengono effettuati rigorosi controlli sui documenti d’identità all’aeroporto di Los Angeles (transito per la Polinesia francese, sottoposto ai controlli dell’Ufficio Immigrazione statunitense).
Lo smarrimento del passaporto durante il soggiorno rende pertanto impossibile per il suo titolare il transito di ritorno negli Stati Uniti e, di conseguenza, impone la modifica del proprio itinerario di viaggio con connessi esborsi economici.
Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese se presenti in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Visto d’ingresso: non necessario per un soggiorno di tre mesi. Nel caso in cui la permanenza dovesse prolungarsi oltre tale termine, gli interessati dovranno indirizzare all’Alto Commissario, un mese prima della scadenza del trimestre, apposita domanda per ottenere il “permesso di soggiorno”.
N.B. –  Il territorio della Polinesia NON appartiene all’ area Schengen.

L’ente del turismo Polinesia: http://www.tahiti-tourisme.it/

La compagnia aerea della Polinesia Francese https://www.airtahitinui.com/it-it

Secondo l’Autorità Sanitaria Polinesiana Francese la vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria per tutte le persone di oltre 9 mesi d’età che hanno soggiornato in un paese endemico per più di 12 ore e desiderano entrare in Polinesia francese.

Zona mappa

© 2021 Alidays Spa | Powered by Altrama Italia