IMPORTANTE

Il viaggiatore è tenuto ad informarsi prima della partenza sull’aggiornamento e le eventuali modifiche delle norme restrittive e dei requisiti di ingresso adottati dal paese di destinazione in termini di prevenzione e contenimento dei contagi da Covid-Sars 19.
A seguito delle continue variazioni delle normative che regolano gli spostamenti tra i paesi e le regioni, è fondamentale che i passeggeri, prima della partenza, consultino i seguenti siti:
https://www.viaggiaresicuri.it/
https://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio
https://reopen.europa.eu/it/
E’ altresì importante verificare sui siti ufficiali delle singole strutture, nonché sui siti istituzionali di regioni e Paesi di destinazione, le misure di contenimento e di protezione anti Covid-19.
Le regole di ingresso dei vari paesi potrebbero variare per cittadini di nazionalità diversa da quella italiana. In questo caso è necessario rivolgersi alla propria ambasciata.

DOCUMENTI E VISTI

Passaporto in corso di validità e biglietto ritorno (o di proseguimento del viaggio). Per soggiorni di durata superiore ai 90 giorni è necessario il visto d’ingresso. Si ricorda che tutti i minori italiani in viaggio all’estero devono essere accompagnati da documento d’identità individuale.
I passeggeri (inclusi bambini e neonati), anche solo in transito negli Stati Uniti d’America necessitano del passaporto a lettura ottica in regola con la normativa vigente e devono essere in possesso del visto elettronico E.S.T.A. (ELECTRONIC SYSTEM FOR TRAVEL AUTHORIZATION).
L’autorizzazione ESTA si ottiene esclusivamente collegandosi al sito internet del dipartimento di sicurezza nazionale degli Stati Uniti al seguente indirizzo: https://esta.cbp.dhs.gov. Il costo è di $21 a persona.

Se il viaggio  prevede un transito in Canada, è necessario ottenere il permesso Canadese ETA (Electronic Travel Authorization).
La registrazione dell’ETA va fatta on line e il costo è di 7 dollari canadesi a persona. Il sito ufficiale dove fare la registrazione ETA è il seguente:
http://www.cic.gc.ca/english/visit/eta.asp

I viaggiatori di cittadinanza non italiana devono rivolgersi al Consolato del Paese di destinazione.

REQUISITI DI INGRESSO COVID-19 ARUBA

Per chi ha completato, da almeno due settimane, un ciclo completo di vaccinazione
 (due dosi, una dose per vaccini monodose), non è richiesta la quarantena né la presentazione del risultato negativo di tampone. I viaggiatori dovranno unicamente presentare e portare sempre con se il proprio certificato vaccinale. Minori tra i 5 e i 17 anni non vaccinati, che viaggiano insieme ad adulti completamente vaccinati e che non vogliono osservare un periodo di quarantena, dovranno sottoporsi all’arrivo e a proprie spese a test PCR, attendendo il risultato del tampone senza poter uscire dal proprio hotel.
I viaggiatori non vaccinati dovranno presentare all’arrivo il risultato negativo di un test PCR COVID-19 nasofaringeo, effettuato non più di 5 giorni prima dell’ingresso nel Paese, e recarsi immediatamente, in taxi, in un alloggio Covid certificato (https://www.stlucia.org/en/accommodations/accommodations-new/?currency%5Babbreviation%5D=USD¤cy%5Bcode%5D=%24&page=1) dove dovranno osservare un periodo di 7 giorni di quarantena, durante la quale è tuttavia possibile effettuare alcuni tour ed escursioni “Covid Free”.
Per maggiori e piú dettagliate informazioni sulla normativa in vigore nel Paese consultare il sito ufficiale https://www.stlucia.org/en/covid-19/

VOLI CON SCALO

Nel caso il volo non fosse diretto, ma con scalo/transito in un altro Paese è necessario verificare i requisiti di ingresso di tutti i Paesi coinvolti nell’itinerario di volo.
Si prega di consultare il sito: https://www.viaggiaresicuri.it/ per aggiornamenti relativi alla documentazione di viaggio anche per i soli transiti.
In alcuni casi è necessario compilare on line un formulario.

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER INGRESSO/RIENTRO IN ITALIA

Dal 1° giugno non è più necessario presentare, per l’ingresso in Italia, la certificazione verde Covid-19 (Green Pass). Dal 1° maggio non è più necessario compilare il modulo dPLF Digital Passenger Locator Form.